Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Mixed Relay e WTS: gli azzurri al via del lungo weekend britannico di World Series

images/2018/gare_internazionali/WTS_2018/LEEDS_E_NOTTINGHAM/medium/Alice_Betto-Cagliari-body-ITA.jpg
ITU Event

 

 

Archiviato l'intenso e proficuo fine settimana di Coppa del Mondo a Cagliari, si cambia palcoscenico internazionale. Sono imminenti i due importanti appuntamenti di risonanza mondiale: la prima tappa della World Triathlon Mixed Relay Series a Nottingham (7 giugno) e la World Triathlon Series di Leeds (10 giugno). 

Per quanto riguarda la prova a staffetta, su indicazione di Joel Filliol, Olympic Performance Director che seguirà gli azzurri sul campo, sono stati selezionati Verena Steinhauser (Project Ultraman), Angelica Olmo (Carabinieri), Beatrice Mallozzi (Fiamme Azzurre), Delian Stateff (Fiamme Azzurre), Gregory Barnaby (707) e Gianluca Pozzatti (707).

Alla prova di WTS su distanza olimpica, gareggerà Alice Betto (Fiamme Oro).

Per tutta la trasferta, gli azzurri saranno supportati, oltre che da Filliol, da Jose Miota (fisioterapista) e Sandy Ghilcrest (meccanico); Francesco Fissore (Performance Manager) farà parte dello staff per l'appuntamento di Nottingham mentre Alessandro Bottoni (Coach – U3T Squad) sarà presente a Leeds.

Per staffetta, specialità che è stata inserita nel programma olimpico di Tokyo 2020, gli atleti sono stati chiamati alla luce dei risultati ottenuti nelle prove indicative della prima parte della stagione. Per Olmo e Stateff, l'obiettivo di partecipare alla Mixed Relay è stato centrato in occasione della World Cup di Mooloolaba, Barnaby ha conquistato il pass alla Coppa del Mondo di New Plymouth, mentre Pozzatti, Mallozzi e Steinhauser sono stati convocati alla luce del risultato del Grand Prix dell'Idroscalo. La formazione verrà decisa 24 ore prima della partenza della gara. 

La gara di giovedì 7 giugno, che vedrà schierati al via 18 team, prevede la prima frazione da 300 metri nel fiume Trent (viste le temperature tendenzialmente basse potrebbe essere utilizzata la muta), 2 giri del tracciato ciclistico per un totale di 7 km e 1 giro da 1.5 km per la frazione conclusiva che porterà al “touch” per il virtuale passaggio di testimone o al traguardo per l'ultimo frazionista. La partenza è fissata alle ore 18.36 locali, ore 19.36 in Italia.

Quella di Nottingham è la prima tappa della Serie Mondiale dedicata alla staffetta 2+2 che proseguirà, per questa stagione, al Mondiale di Amburgo del 15 luglio e a Edmonton il 29 luglio. Questa è una nuova importante opportunità per gli Azzurri in chiave olimpica, che hanno come obiettivo quello di arrivare a competere con i migliori al mondo, sia cercando di far parte dei migliori 8 team a livello globale, sia attraverso la crescita delle performance individuali di ciascun atleta.

La start list 

La tappa di Nottingham della Mixed Relay World Series rappresenta un passo importante per il team italiano verso Tokyo 2020 – afferma l'Olympic Performance Director Joel Filliol Si tratta del primo step del percorso di qualificazione della staffetta in cui bisognerà rientrare tra i migliori 7 team (a cui si aggiungono i tre migliori team nell'ultimo evento di qualificazione del 2020) oppure qualificando la staffetta tramite il criterio individuale con almeno 2 uomini e 2 donne qualificati ai Giochi. È fondamentale dunque massimizzare le opportunità per Tokyo 2020. Con la Mixed Relay nel programma dei Giochi Olimpici di Tokyo, l'importanza della staffetta è aumentata in modo significativo rispetto al passato: tutte le federazioni nazionali hanno sviluppato nuove strategie per mettere insieme il team più performante con una nuova attenzione su questo format. Nottingham sarà senza dubbio l'evento con il più alto evento di competitività che abbiamo visto nella storia della disciplina”, aggiunge l'OPD.

Il nostro team per Nottingham è stato selezionato sulla base delle prestazioni nelle Coppe del Mondo fino ad Astana e della prima tappa Grand Prix del 2018 – sottolinea Filliol – La formazione e l'ordine di partenza saranno determinati mercoledì durante il briefing della competizione e saranno decisi sulla base della forma attuale, inclusi i recenti risultato alla World Cup di Cagliari, e dei punti di forza di ciascun atleta”.

Archiviato l'evento di Nottingham, il prossimo appuntamento per la staffetta italiana è fissato per i Mondiali di Amburgo. “L'Italia ci sarà e per quanto le selezioni verranno tenute in considerazione le competizioni di riferimento del 2018 fino alla World Cup di Anversa, compresa ovviamente la gara di Nottingham – spiega Joel Filliol – Dopo Amburgo, il focus di sposta sui campionati europei a staffetta di Glasgow: per le selezioni si terrà conto della gare fino alla World Triathlon Series di Amburgo (individuale e a staffetta)”.

 

Passando alla competizione individuale su distanza olimpica di domenica, per Alice Betto, reduce dal 7° posto alla World Cup di Cagliari, si tratta di un gradito ritorno a Leeds, gara in cui la scorsa stagione centrò uno storico terzo posto alle spalle di Flora Duffy (Ber) e Taylor Spivey (Usa). [Qui il resoconto della gara del 2017]

Nuoto nel lago Waterloo (2 giri per 1500 metri in totale con partenza con tuffo dal pontone), mentre per la seconda frazione è prevista una prima parte da 12 km in linea per raggiungere il centro di Leeds a cui seguiranno 7 selettivi giri nel cuore della città britannica; per la terza frazione 4 giri da 2.5 km per la frazione di corsa.

Partenza delle gara femminile alle 13.06 (ore 14.06 in Italia) mentre quella maschile, che non vedrà al via il vincitore e il terzo classificato dello scorso anno Alistair Brownlee (Gbr) e Fernando Alarza (Esp) mentre ci sarà Jonathan Brownlee (Gbr - 2° nel 2017) scatterà alle 15.51 (16.51 in Italia).

La start list 

Nottigham, La pagina ufficiale 

Il sito della WTS di Leeds 

olmo mooloolaba

Stateff Cagliari Arrivo

Betto podio leeds 2017

 

 

World Mixed Relay Series set for adrenaline-fuelled debut in Nottingham

With unpredictable drama and the display of team pride, the world’s leading triathlon nations will head to the River Trent in Nottingham this Thursday for the launch of the World Triathlon Mixed Relay Series. The start list features 18 teams, with a total of 72 of the worlds top athletes vying for ranking points on offer towards Olympic qualification as Mixed Relay makes its debut in Tokyo 2020. Nottingham hosts the first stop of the new series this week, followed by the ITU Mixed Relay World Championships in Hamburg, Germany, on July 15. The series finale will be held in Edmonton, Canada, on July 28.

The teams have until up to two hours before the race start to announce their final squad line ups, which leads to the first strategic battle of the day with some countries announcing their athletes well in advance, while others prefer to wait until the last minute.

Undoubtedly one of the strongest teams will be hosts Great Britain, with the preliminary squad featuring two Olympic medal winners in Jonathan Brownlee and Vicky Holland, along with former ITU world champion Non Stanford and ITU World Triathlon Series medallist Tom Bishop.

Also vying for podium spots will be the recently crowned Commonwealth Games champions, Australia. The current World Champions certainly know how to compete in a relay, and the team has amassed more medal finishes than any other country in the Mixed Relay history, including last year’s World title.

The Australians, like the Americans, are among those teams keeping the athletes that will be competing in Nottingham under wraps until the very last minute, but expect some of the fastest athletes in the field to line up on Thursday.

Another team that can be expected to be among the ones fighting for the podium will be Canada, with two of the rising stars of the season, Joanna Brown and Tyler Mislawchuk, on their team, while New Zealand is lining up a team with young stars, led by Nicole Van der Kay and Tyler Reid, bronze medallists in the Commonwealth Games.

On the other hand, some teams as France, Japan, Spain or Italy have also spots reserved for the next generation of athletes. Cassandre Beaugrand, Pierre Le Corre, Mathilde Gautier and Léo Bergere will be defending the French colours, while Spain will have the Godoy siblings, Anna and Cesc, along with Sara Perez and Antonio Benito. 

For the South Africans, the team will be almost the same as the one which competed in the Gold Coast two months ago, with Henri Schoeman and Richard Murray taking the responsibility of leading the team along with Gillian Sanders and Anel Radford.

With a fast and furious course, the fight for the medals and the first ranking points will be fierce, with some other teams also worth keeping an eye on, like the Danish -current European Champions-, or the Swiss, with double Olympic medallist Nicola Spirig lining up in Nottingham.

“We are thrilled to finally host the first Mixed Relay Series here in Nottingham, as the kick off for this amazing event to be in the Tokyo 2020 Olympics”, said at the athletes briefing Marisol Casado, ITU President and IOC member.  “The style of race, coupled with the gender mix, bring a whole new element to our sport that the crowds here, and the next stages in Hamburg and Edmonton, as well as those watching around the world, will love.”

ITU’s Triathlon Mixed Relay format is racing at its most exciting, where the typically individual sport combines with a team mentality. The innovative format sees two men and two women from the same country each completing a “mini triathlon”: 300m swim, 6.6km bike and 1.5km run, before tagging their teammate in a female–male–female–male pattern.

Among the most exciting aspects of the Mixed Relay are the athletes’ spectacular running dives after being tagged, the adrenaline–fuelled, non–stop velocity over the shorter distance, and the tight switches in leaders and team pride that all come together to deliver a unique intensity.

The very first ITU Triathlon Mixed Relay World Championships was held in Des Moines, Iowa, USA in 2009 when the Swiss Team claimed the World Crown. In 2013, the World Championships were held in Hamburg, Germany, for the first time, where 2018 will be the sixth straight year as host. Current World Champions are Team Australia, with Team USA claiming the silver and Team Netherlands bronze in 2017.

After the sport was introduced, the format was quickly adopted globally, and has been included in Major Games programmes such as the Youth Olympic Games and Commonwealth Games. In 2017 it was officially announced that Triathlon Mixed Relay will make its Olympic debut as an official sport in the Tokyo 2020 Olympic Games.

 

(Fonte: Comunicato Stampa ITU)