Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Coppa delle Regioni 2011, il resoconto di Giacomo Vinci

Ringraziamenti al Comitato Campano, a Peduto (Tri Hyppo) e a Gb Pisano
"Buona prova delle compagini campane alla Coppa delle Regioni 2011 a Cremona. Due formazioni maschili che erano tra le più giovani del lotto delle partenti, in una formula che sicuramente non aiuta chi non ha in squadra atleti di categorie ed esperienza superiore, ma che non ha mancato di colpire per l'impegno e la bravura tecnica anche i tecnici degli altri team oltre che molti dirigenti dei quadri federali.



Le due squadre erano state selezionate al termine di un processo che ha visto la partecipazione dei ragazzi a molte manifestazioni agonistiche del calendario nazionale e regionale, oltre che alla Coppa Primavera ed ai raduni del progetto regionale Tri-Hyppo.



(Cliccare sul titolo....)
La formazione 1, formata da Edoardo Esercizio, Paolo Pettorusso e Ciro Mignano, si è comportata magnificamente riuscendo nella difficile impresa di mettersi dietro parecchie squadre eseguendo con precisione i compiti che erano stati fissati, con il primo frazionista che ha fatto registrare il miglior parziale nel nuoto mantenendo il gruppo nel ciclismo, il secondo è riuscito ad avvicinarsi al drappello che lo precedeva e consentendo al terzo staffettista di mettere in mostra le proprie doti ciclistiche e podistiche (peraltro su di un percorso run che prevedeva alcune centinaia di metri in più per il terzo atleta), recuperando tre posizioni e concludendo all'11° posto tra le Regioni ed al 22° nella classifica generale. E' probabile che, senza una scivolata all'ingresso in T2, si sarebbe potuto avvicinare ulteriormente all'atleta che lo precedeva.



La formazione 2 è riuscita nell'intento di contenere il distacco dalla 1 in soli 2', con Luciano Coppola, Francesco Esposito e Vittorio Citro che hanno mostrato grande impegno e notevole perizia tecnica.



La variazione nella lunghezza dei percorsi delle tre discipline, rispetto alla Finale di Coppa Italia del giorno precedente, renderà più difficile il compito di comparare le prestazioni nella due giorni, ma a mio parere l'eccitazione della staffetta, la sfida con le altre Regioni e l'unione sotto un unico vessillo hanno fatto sì che dessero un impegno ancora superiore rispetto alla gara individuale del sabato, e questo è un importante risultato. Certamente c'è ancora tanto da lavorare dal punto di vista tecnico, ma l'impostazione di lavoro è, in generale, corretta; fisiologicamente i ragazzi hanno molto da crescere, in particolare tenendo conto che è il primo anno di triathlon per i ¾ di loro o, comunque, il primo nelle categorie Giovani: competere con avversari più esperti o semplicemente più maturi anche di 5 anni non li ha spaventati, mostrando il carattere che fa sperare in risultati più lusinghieri già dal prossimo anno.



Un'ultima parola riguardo il tangibile successo del progetto Tri-Hyppo (promosso dal Posillipo e da Diego Peduto in particolare che ringrazio), con un altro raduno nel mese di ottobre per dare le indicazioni di lavoro ai ragazzi ed ai tecnici convocati, prima di un arrivederci, presumibilmente in preparazione della Coppa Primavera 2012. La coesione del gruppo ed il clima piacevole ed amichevole nei momenti in cui non si era in gara è un risultato che va oltre le più rosee previsioni. I risultati agonistici verranno, figli di un progetto valido oltre che del fondamentale impegno delle Società, dei tecnici, dei giovani e delle loro famiglie.



Desidero innanzitutto ringraziare il Comitato Campano nella persona del Presidente Luca Improta e dei Consiglieri Gennaro Cavallaro, Antonio Fimiani e Marco Paino i quali mi hanno messo a disposizione tutti i mezzi per figurare al meglio nella Coppa delle Regioni che rappresenta, come è noto, il principale obiettivo agonistico dell'anno del Comitato Campano. Cito ad esempio l'efficienza della risposta del Comitato sia nella fase organizzativa del Tri Hyppo come in quella della trasferta o infine nell'approntare i nuovi body, rivelatisi molto performanti.

Un plauso quindi a Giovanni Pisano che mi ha perfettamente coadiuvato nelle predette organizzazioni e mi ha supportato in maniera insostituibile nelle numerosissime occasioni di briefing e de-briefing.



Gli obiettivi del prossimo anno saranno il miglioramento del risultato finale, eventualmente con la partecipazione di una terza squadra maschile, e l'iscrizione di una squadra femminile, che potrebbe essere un'eccezionale "prima volta" per la nostra Regione.

Giacomo Vinci"