Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

La vittoria della Canottieri al Circuito Italiano 2011

Ne parliamo con Alessandro Fattore
La Canottieri Napoli sul tetto d'Italia!



Nella Finale del Circuito Nazionale la Canottieri supera con buon margine tutte le altre formazioni e vince l'ambito titolo, raggiugendo un altro obiettivo di una stagione straordinaria per i colori giallorossi.



Mai una squadra campana e meridionale aveva ottenuto un risultato di questa portata in ambito nazionale.



Ne parliamo con Alessandro Fattore:

"E' un risultato straordinario non solo del Circolo Canottieri Napoli ma di Napoli, della Campania e di tutto il Meridione d'Italia.



E' il frutto di un progetto messo a punto un anno fa e perseguito con determinazione, grazie al sostegno di tanti, anche delle altre regioni meridionali. E' la dimostrazione che pianificando con capacità ed attenzione si possono raggiungere risultati in apparenza impossibili, come battere le corazzate di Rimini, Cremona, Torino, Roma. I ragazzi della squadra sono stati immensi, hanno lottato e sofferto anche durante le vacanze ma credo che la giornata di Tuoro abbia ampiamente ripagato tutti dei sacrifici.



L'unico "limite" del triathlon è la sua natura di sport individuale quindi proprio nelle competizioni a squadre sublima ed esprime il massimo delle soddisfazioni, unendo lo sforzo individuale sotto un'unica bandiera ed il risultato è condiviso da tutti, indipendentemente dal proprio valore (cliccare sul titolo...).
Un plauso particolare va al coach Giacomo Vinci che ha portato i ragazzi al massimo della condizione nel momento chiave della stagione, così come al suo "delfino" Giovanni Pisano che lo coadiuva nella gestione tecnica. Un ringraziamento ad Errico Perillo che, da Ingegnere qual è, ha organizzato e gestito con ordine, capacità e pazienza la difficile programmazione della stagione giallorossa.



Vorrei ricordare tutti i 21 Canottieri della Finale che alle "Termopili del Trasimeno" hanno fermato le squadre avversarie: Ferragina, Carpentieri, Insalata, Campagna, Pisano Gb, Lamberti, Laiso, Pisano F., Suriano, Borsacchi, Pane, Vinci, Moretti, Manzi, Del Negro, Cilento, Belpedio, Amoroso, Lignano, Coppola e Perillo, con il sostegno a Tuoro di Lanni, Buonocore e Sanfelice. Tutti uniti da un sentimento di amicizia e di passione comune che li ha portati...a buttarmi vestito in piscina dopo la premiazione....(ndr come vedete nella foto)



[img=phocadownload/data2011/20110913_120440_cm.jpg]



Un pensiero a chi non ha potuto partecipare, come D'ambrosio, Rozza e Bozzo (protagonista di una contestuale magnifica prova al Mondiale di Las Vegas) e a coloro che hanno affrontato lunghi viaggi o difficoltà personali per completare le 4 prove come Totò Campagna e Max Amoroso.



Grazie ragazzi!"