Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

DIEGO PEDUTO CAMPIONE EUROPEO IRONMAN

Straordinaria impresa dei posillipini Peduto e Troise, bene Panarella, Moretti e Amoroso
Flash da Francoforte - Diego Peduto si laurea campione europeo di Ironman con uno straordinario recupero nella maratona finale sul tedesco Sonntag, in vantaggio di 15' in T2, maratona corsa nel notevole tempo di 3h18.



Ciò soprattutto dopo una frazione in bici caratterizzata da condizioni meteo a dir poco proibitive, 15°, pioggia e vento contrario per gran parte delle 5h e che hanno condizionato la frazione.



Quarto slot su quattro partecipazioni, un record per il campione posillipino, più forte delle avversità accadute in gara, quali la rottura al 120° km delle prolunghe e un "stop and go" molto severo e discutibile.



Unico italiano premiato, tra i pochissimi non tedeschi, la cerimonia è stata molto emozionante con i tanti italiani a festeggiare il bravissimo Peduto che ha ringraziato i compagni di squadra e in particolare Panarella, suo abituale partner negli allenamenti.



Da sottolineare l'eccellente prestazione di Stefano Troise, 9h19 con uno straordinario 3h05 nella maratona (2° tempo campano all times e miglior split maratona), che gli è valsa la 16° posizione nella categoria più difficile.



[img=phocadownload/data2011/20110804_112145_cm.jpg]



Al di sotto delle aspettative Francesco Panarella con 10h04, lontano dal suo record di 9h11 del 2009, Panarella ha pagato in particolare il freddo patito nella frazione in bici che gli ha sottratto preziose energie per la maratona finale.



Molto bene Marco Moretti (nella foto col vincitore Faris), il decano degli Ironman campani, che a 46 anni mette in bacheca probabilmente il miglior Ironman della carriera tra i tanti portati a termine con grande regolarità, 10h18 il tempo finale per lui.



[img=phocadownload/data2011/20110804_154330_cm.jpg]



Infine buona prova per Max Amoroso con 11h12, leggermente al di sotto di quanto ci si aspettava dopo l'ottima performance del 70.3 di Pescara.



[img=phocadownload/data2011/20110804_154604_cm.jpg]



Ritiri dopo nuoto e bici, in T2, per Alessandro Fattore, Ugo Bozzo e Vittorio Risso, per loro una giornata da dimenticare e tanta voglia di riscatto.