Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Paratriathlon in raduno a Villafranca di Verona fino al 2 agosto

images/2020/FOTO/Paratriathlon/Raduni_VARIE/medium/Allenamento_Banyoles_2019.jpg
Raduno Paratriathlon

Con il raduno di Villafranca di Verona che si chiuderà il 2 agosto, riprende l'attività del Paratriathlon azzurro. Questo training camp rappresenta il ritorno allo svolgimento delle consuete routine di allenamento in team nel pieno rispetto dei protocolli per la sicurezza di atleti e staff e segna un passo importante per la ripresa del cammino verso i Giochi Paralimpici di Tokyo 2020 spostati, come ormai ben noto, alla prossima estate.

In questa fase ancora densa di incertezza per quanto concerne gli eventi internazionali, questo training camp riveste una funzione importante ossia quella di ritrovare lo spirito agonistico ricalibrando il focus su nuovi obiettivi a breve termine anche attraverso le gare sul territorio italiano. Gli atleti coinvolti nel percorso di qualificazione paralimpica non avevano mai vissuto un periodo così lontano dall'ambiente del training camp durante il quale sono sempre a stretto contatto con lo staff federale, motivo per cui dare costanza e continuità al lavoro rappresenteranno gli aspetti cardine di queste prime due settimane con il gruppo.

“Nessun atleta si è completamente fermato durante la fase di piena emergenza, abbiamo lavorato con soluzioni e modalità di allenamento a distanza durante tutto il lockdown – sottolinea Mattia Cambi, Direttore Tecnico del Paratriathlon azzurro – ritornare a lavorare in gruppo è sicuramente una grande emozione oltre che un forte segnale di ripartenza. Anche in questo caso, voglio sottolineare come sia stato importante il supporto federale in questa fase, aspetto che ci ha permesso tornare a pieno regime in tempi di record; inoltre, ringrazio gli organizzatori della gara di Farra D'Alpago di domenica 26 luglio per l'opportunità agonistica offerta ai nostri atleti, un momento importante per respirare nuovamente l'agonismo dopo molti mesi lontani dai campi gara che sarà anche una proficua occasione di confronto”. Su questo aspetto, il project manager del paratriathlon Neil MacLeod ribadisce i ringraziamenti a Silca Ultralite e al suo presidente Aldo Zanetti per aver accolto positivamente la proposta di organizzare la tappa dell'IPS, gara che avrebbe dovuto rappresentare con l'ultimo test prima di Tokyo che invece, dopo la pandemia che ha coinvolto tutto il mondo, simboleggia la ripartenza.

 

Per il raduno di Villafranca di Verona, il DT Mattia Cambi, che seguirà gli azzurri ha convocato i seguenti atleti:
Anna Barbaro (G.S. Fiamme Azzurre) PTVI
Charlotte Bonin (G.S. Fiamme Azzurre) Guida di Anna Barbaro
Pier Alberto Buccoliero (Firenze Triathlon) PTWC
Rita Cuccuru (Woman Triathlon Italia) PTWC
Giovanni Achenza (G.S. Fiamme Azzurre) PTWC
Veronica Yoko Plebani (707) PTS2

A supporto degli azzurri, oltre Mattia Cambi, ci saranno Diego De Francesco (Tecnico), Luca Zenti (Tecnico), Antonio Serratore (Tecnico), Umberto Mariano (Massaggiatore).