Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

In 300 al Recco per la 15^ edizione del triathlon olimpico

È maggiorenne da un pezzo, perché la prima edizione si svolse nel secolo scorso, 1998 per la precisione. Ma alcune vicissitudini ne hanno impedito il regolare svolgimento annuale, come il Covid nel 2020, quando venne sacrificato per mantenere in vita uno dei pochi campionati italiani, quello di Aquathlon.

Il Triathlon Città di Recco, è giunto alla sua XV edizione e da quest’anno, grazie ai contributi e al patrocinio locale e della Regione Liguria, diventa internazionale con atleti provenienti da Svizzera, Olanda e Norvegia.

Imponente la macchina organizzativa per chiudere al traffico la statale che collega la cittadina del Golfo Paradiso con l’entroterra. Oltre 50 volontari dei Gruppi di Protezione Civile dei comuni interessati dall’evento saranno sulla strada per garantire la sicurezza dei 260 uomini e delle 40 donne partenti.

Anche le attività economiche locali, che sponsorizzano la manifestazione, la Proloco e la Prorecco saranno coinvolte in quello che è diventato uno degli appuntamenti più importanti dell’estate recchese.
Chiara Ingletto, Firenze Triathlon, Fabia Maramotti, Beriv, e Alessandra Derme, Rari Nantes Torino, guidano la starting list e faranno di tutto per salire sul podio di Largo dei Mille.

Fra gli uomini la lotta sembra essere ridotta ad un duello fra Samuele Angelini, Fiamme Oro, e Cristiano Iuliano, Tri Evolution e qui vincitore nel 2018. A cercar di dire la sua anche Luca Schiasselloni, Sai Frecce Bianche, ma non è escluso che qualche sorpresa possa giungere dagli N.C. partenti con pettorali più alti.

Una gara dura, con 44 km e 1.100 mt. di dislivello nel percorso bike e un nervoso circuito di corsa da percorrere 4 volte. Qualitry, che ereditò dal Triathlon Genova l’organizzazione della gara dal 2016, è solita proporre percorsi impegnativi, come quello del Triathlon di Baldassarre, con1.300 i metri di dislivello bike in riva al lago Sirio e in programma domenica 26 settembre.

Tutto pronto alle 13:00 di domenica 11 luglio con il via della batteria femminile, a seguire quelle maschili, secondo il protocollo di sicurezza Covid.

 

 

 

(fonte: comunicato stampa società organizzatrice)