Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Un grande Giulio Soldati conquista l'Argento con Europa 3 a Nanjing.

Gara eccellente per l'azzurro ed il Team Europa 3, che con l'Argento festeggiano così il compleanno dell'atleta del TD Rimini.
Il DT Giovani e coach del Team Europa 3 in gara a Nanjing, Alessandro Bottoni, ci fa il suo resoconto della gara a staffetta mista che ha visto il nostro azzurro Soldati conquistare l'argento insieme ai suoi compagni del team:

 
Eccezionale giornata per il triathlon a Nanjing, con la prova a staffetta che ha visto sulla linea di partenza 16 squadre divise per continenti. Giulio Soldati -portacolori del TD Rimini, allenato da Max Di Luca - formava con Sian Rainsley (GBR, 8° nella prova individuale), Bence Lehmann (HUN, 8° nella prova individuale) e Carmen Gomez Cortes (SPA, 9° nella prova individuale) la squadra Europa 3 che, essendo formata in base all’ordine di arrivo nella prova individuale, entrava in start list come quinta squadra, dopo Europa 1, Europa 2, Oceania 1 ed America 1. Per ogni squadra è stato eletto dalle nazioni componenti un coach, che per Europa 3 era Alessandro Bottoni, il quale aveva la responsabilità di decidere l’ordine di partenza dei frazionisti e aveva il compito di gestire la squadra nella giornata di gara. Le squadre si sono date battaglia in una gara corsa su ritmi elevati e senza momenti di tregua, ad iniziare dalla prima frazione che ha visto, dopo un ottima frazione di nuoto di Sian Rainsley, l’australia andare in fuga nel ciclismo con la neocampionessa olimpica giovanile Brittany Dutton, che replicando l’impresa della prova individuale, riesce a scendere con un vantaggio di 33” sulle inseguitrici. Sian Rainsley da il cambio a Giulio Soldati in terza posizione, insieme ad Europa 1 ed Europa2, e dietro Oceania1 e America 1. Giulio con un’ottima frazione riesce a mantenere la posizione e staccare America1 prima di dare il cambio a Carmen Gomez Cortes, mentra Oceania 1 che aveva guadagnato 38s con il forte Steckelenburg accumula un penality per infrazione in zona cambio. Carmen Gomez Cortes con una prova superlativa raggiunge insieme ad Europa 1 ed Europa 2 l’Oceania, che fino ad allora era rimasta in fuga solitaria e consegna in prima posizione il testimone all’ungherese  Bence Lehmann con un vantaggio di 13” sull’Europa 1. La sfida per la vittoria si consuma tra Europa3, Oceania1 e Europa1, quest’ultima forte però della presenza del neocampione olimpico giovanile Ben Dijkstra (GBR). Alla fine Europa1, con ben tre medagliati e un quarto posto nella prova individuale, riesce a precedere di soli secondi Europa 3 che a sua volta precede di ben 40 secondi il team formato da Australia e Nuova Zelanda, che aveva all’interno due medaglie individuali. Giulio e i compagni di squadra conquistano cosi l’argento in una prova eccezionale che li vedeva in partenza inferiori ad almeno quattro squadre, dimostrando come in queste gare il valore individuale conta meno della Squadra, della voglia di fare qualcosa di grandioso in una Olimpiade Giovanile e della capacità di tradurlo sul campo. Per Giulio è una medaglia che corona un’esperienza bellissima, che lo ha visto crescere molto dal momento in un cui è iniziata la trasferta, passando da chi aveva solo colto la qualifica ad un atleta che ha saputo essere protagonista sia nell’individuale che nella prova a squadre, cogliendo a pieno il modo di onorare la partecipazione ad un’Olimpiade Giovanile, per lui e per i compagni di nazionale con i quali ha condiviso il percorso negli ultimi due anni.
 
Giulio Soldati, al termine della gara, commenta così la sua prova e quella del suo Team:
21/08/2014: è il giorno della staffetta mista per continenti. Grazie alla buona prestazione nella gara individuale sono in un'ottima squadra, l'Europa 3. Prima a partire è l'inglese Rainsley che con un'eccellente gara mi dà il cambio permettendomi di stare con i primi, dai quali però perdo qualche secondo in corsa, gap che viene immediatamente ricucito dalla spagnola Gomez, che anzi guadagna ulteriormente terreno sugli avversari. Ultimo frazionista l'ungherese Lehmann, che giunge secondo al traguardo, di poco dietro al campione individuale Dijkstra. Una medaglia olimpica!
È un sogno che si avvera, un risultato fantastico, anche un po' inaspettato, che devo ovviamente ai miei compagni di squadra, non solo quelli coi quali ho gareggiato oggi, ma anche i miei compagni italiani Youth B con i quali ho fatto un percorso per arrivare fin qui, dove poteva esserci a pieno titolo chiunque di loro, e che mi hanno sempre supportato alla grande. Una giornata perfetta, e anche un po' speciale, perché è il giorno del mio compleanno: quale miglior regalo potevo desiderare?

 

4xMixed Relay

1. Team I Europe ITU IU 01:22:17
2. Team III Europe ITU IU 01:22:30
3. Team I Oceania ITU IU 01:23:10
4. Team IV Europe ITU IU 01:23:54
5. Team II Europe ITU IU 01:24:15
6. Team II America ITU IU 01:25:40
7. Team I America ITU IU 01:25:41
8. Team I Asia ITU IU 01:26:40
9. Team V Europe ITU IU 01:26:46
10. Team I World ITU IU 01:29:04
 

2014 Nanjing Youth Olympic Games : 4xMixed Relay : Team III Europe : Risultati

Leg First Name Last Name Country   Time Swim T1 Bike T2 Run
1 Sian Rainsley GBR 00:21:23 00:03:02 00:00:47 00:10:43 00:00:22 00:06:29
2 Giulio Soldati ITA 00:20:01 00:03:01 00:00:39 00:10:01 00:00:22 00:05:58
3 Carmen Gomez Cortes ESP 00:21:23 00:03:18 00:00:46 00:10:33 00:00:25 00:06:21
4 Bence Lehmann HUN 00:19:43 00:02:59 00:00:41 00:09:47 00:00:22 00:05:54