Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

\'Week-end Progetto Talento\', il primo passo rivolto al futuro del triathlon


Dal 9 al 12 ottobre, si terrà a Roma, presso il Centro tecnico federale all\'Acquacetosa, il raduno di valutazione per gli atleti che hanno aderito al progetto talento triathlon 2011.

Al termine di questo incontro verrà pubblicata sul sito federale la graduatoria del progetto, dove verranno messi in evidenza tempi e punti ottenuti dagli atleti, sia durante il raduno (per chi vi ha partecipato), sia nella fase di adesione all\'iniziativa (tutti gli iscritti).

Il raduno avrà doppia valenza: mostrare quali sono le capacità specifiche del triathlon per quegli atleti che hanno spiccate qualità natatorie (fondamentali per essere triatleti di livello internazionale), valutare la predisposizione fisica e soprattutto mentale allo sport d\'eccellenza, sia per gli atleti che hanno già esperienza nel triathlon, sia per gli atleti citati in precedenza.

Definiti i livelli dei partecipanti al collegiale e stilate le graduatorie, sarà compito dello staff tecnico predisporre un cammino di crescita e di supporto differenziato tra triatleti esperti e nuovi triatleti. I primi dovranno proseguire nella loro crescita verso l\'eccellenza, i secondi, progressivamente, dovranno passare dalla fase iniziale (ottime potenzialità nel nuoto e nella corsa) alla fase finale del progetto, ossia raggiungere un livello di competitività elevato in tutte e tre le discipline.

L\'attività tecnica dei responsabili del \'Progetto Talento\' non si fermerà però alla valutazione degli atleti che per primi entreranno a far parte di questa iniziativa. Il triathlon giovanile italiano sta vivendo un momento di particolare fermento e vivacità ed esistono molti ragazzi, (i più giovani o quelli che in questa stagione sono stati infortunati) che hanno enormi potenzialità e che per questo motivo avranno la loro opportunità, fin dalla prossima primavera, di entrare a far parte del progetto.

La Coppa Primavera 2011, i raduni CIR, le gare Fin e Fidal dell\'inverno, saranno certamente un importante banco di prova per far sì che vengano presi in considerazione tutti i giovani triatleti dal grande potenziale.