Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Paratriathlon: 5° posto per Giorgio Vanerio e Giovanni Achenza a Rio nella WPE e test event

images/PARATRIATHLON/RIO_test_event_2015/vanerio_tes_event_RIO_2015_paratriathlon.jpg

achenza Test Event Rio 2015 paratriathlon2

 

Due quinti piazzamenti per gli azzurri del paratriathlon nel test event e World Paratriathlon disputato oggi a Rio, nella prima delle due giornate di gare preolimpiche.

Giorgio Vanerio (Oxigen) e Giovanni Achenza (Sport Abili Alba) hanno conseguito il 5° posto al traguardo, rispettivamente nella categoria PT2 e PT1.

Splendido ‘colpo d’occhio’ sul lungomare e spiaggia di Copacabana, assaggio per quel che si prospetta la 32^edizione dei Giochi Olimpici Rio 2016 e l’esordio paralimpico del Paratriathlon il prossimo anno: la prima giornata di test event nella capitale carioca è stata la prova di World Paratriathlon Series, che ha preso il via alle 9.30 o.l.

Nella categoria dell’azzurro Giorgio Vanerio (Oxigen) ossia la PT2, la vittoria è andata al russo Vasily Egorov che si è imposto sullo statunitense Mark Barr medaglia d’argento e sul britannico Andrew Lewis, medaglia di bronzo.
Giorgio Vanerio è giunto al traguardo 5°, dopo essere uscito dal nuoto 4°, 6° dalla T1 e poi nel ciclismo e dalla T2, al 7° posto.
Nella corsa con gli ultimi 5km, Vanerio è risalito di due posizioni, lasciandosi alle spalle i due brasiliani ‘atleti di casa’, Barbieri e Matthes.

Per Giorgio Vanerio un’ esperienza piena di emozione, ci racconta: “Sono felice di aver preso parte a questo test event, sia per la cornice splendida sia per l’alto livello agonistico in cui mi sono misurato: peccato con il nuoto, al di sotto delle aspettative, esco solitamente secondo e subito alle spalle di Barr, purtroppo il dolore al deltoide non mi ha permesso di spingere troppo; nel ciclismo ho lavorato in progressione, poi nella corsa sono partito subito leggero e mi sono preoccupato di ‘puntare’ sull’argentino ed il brasiliano che sono riuscito a riprendere ed a lasciarmi indietro”.

“Una buona gara gestita in rimonta nella frazione di corsa, un nuoto così così a causa di un risentimento al deltoide, ma gara comunque positiva” – è il commento flash del DT Biava.

chaffey paratriathlon rio 2015 pt2Per l’altro azzurro del paratriathlon, Giovanni Achenza, in gara nella categoria PT1, lo start c’è stato alle 12.30 o.l.. La vittoria è andata all’esperto campione australiano Bill Chaffey, che ha preso la testa della gara senza più lasciarla, dal primo giro della frazione ciclistica. L’argento è stato vinto dall’ex iridato statunitense Krige Schabort mentre il bronzo è andato all’olandese Geert Schipper.

Per Giovanni Achenza , un buon nuoto, uscito 4° dall’acqua e 2° dalla T2, poi un frazione ciclistica in handbike mantenendosi sempre ottimo secondo e tirando per l’intera frazione, ma con il ‘fiato sul collo’ dei due Schabort e Schipper. Nel primo giro di corsa, i due si sono staccati ed hanno allungato verso il secondo e terzo gradino del podio, lasciando Achenza 4° parziale; in rimonta nell’ultimo giro è arrivato l’inglese Townsend, fino ad allora intorno alla 6^, 7^ posizione, che è riuscito a superare Achenza assicurandosi la 4^ posizione mentre l’azzurro ha concluso 5° al traguardo a 10 secondi dal britannico.

“Ho fatto un buon nuoto ma credo di aver spinto troppo in handbike, ho pagato purtroppo nella frazione finale” commenta la sua gara al traguardo Achenza “questo test mi sarà utilissimo per rivedere tutti i particolari e del percorso e per la preparazione futura, felice ed orgoglioso di essere qui in questo evento, non è da tutti”- conclude.

Il DT Simone Biava: “Soddisfatto della gara di Achenza, in battaglia… Con i migliori sono convinto che potrà ancora crescere, qualche sbavatura nella gestione dei ritmi ma va bene così…Torniamo dal test event consapevoli di essere a buon punto, dovremo ora concentrarci in questo anno per limare quel poco che ci divide da risultati ancora più prestigiosi”.

PosFirst NameLast NameCountry TimeSwimT1BikeT2Run
5 Giovanni Achenza ITA 01:01:29 00:11:00 00:01:28 00:34:17 00:01:02 00:13:42

Classifica completa PT1

PosFirst NameLast NameCountry TimeSwimT1BikeT2Run
5 Giorgio Vanerio ITA 01:19:22 00:11:20 00:02:33 00:38:35 00:01:23 00:25:31

Classifica completa PT2

 

@foto Roberto Tamburri