Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Settore Tecnico: presentato il nuovo assetto a 100 giorni dai Giochi Olimpici

In una giornata particolarmente evocativa, quella che coincide con i 100 giorni all’apertura dei Giochi Olimpici Tokyo 2020, diamo comunicazione dei quadri tecnici federali che il consiglio federale ha approvato nel corso dell’ultima riunione. Sempre all’insegna del lavoro di squadra, sono state definite tre aree: il Programma Olimpico della nostra Squadra Nazionale, il programma Sviluppo Italia e il Settore Giovanile.

“Era fondamentale apportare le necessarie modifiche e implementazioni per valorizzare i nostri atleti e metterli al centro del progetto federale affinché i ragazzi compiano al meglio tutte le fasi del percorso agonistico - sottolinea Riccardo Giubilei, presidente della Federazione Italiana Triathlon - La Squadra Nazionale sarà legata al Programma Sviluppo Italia e al Settore Giovanile attraverso il Direttore Sportivo, che si interfaccerà anche col settore Paratriathlon e sarà l’anello di congiunzione tra i tecnici e i dirigenti. Il gioco di squadra si concretizzerà con la collaborazione quotidiana tra i vari ambiti che metterà in correlazione le generazioni future con l’alto livello, aspetto necessario per individuare tutte le potenzialità e metterle a frutto. Tutti i nostri ragazzi si devono sentire all’interno di un sistema con solidi punti di riferimento e tappe chiare da percorrere - aggiunge il presidente Giubilei - Mi piace immaginare che Giovani, Sviluppo Italia e Squadra Nazionale siano le tre frazioni che caratterizzano il nostro sport, dalla cui somma si ottiene il risultato finale. Ringrazio tutti i tecnici che si sono messi a disposizione, delle eccellenze italiane su cui abbiamo puntato per cambiare marcia e approccio. Sarà fondamentale l’apporto dei tecnici di società e dei territori per supportare il lavoro dei tre ambiti”.

Entrando nel dettaglio, Alessandro Bottoni ricopre il ruolo di Direttore Tecnico della Squadra Nazionale e sarà supportato da Fabio Rastelli (Coordinatore Tecnico Risorse e Attività Squadra Nazionale) e Andrea D’Aquino (Tecnico Squadra Nazionale). Fanno parte dello staff Giulia De Ioannon (Preparatore Fisico Squadre Nazionali), Cristiano Divizia (Fisioterapista Programma Olimpico) e Miriam Montuori (Massoterapista Programma Olimpico).

“Sono entusiasta di far parte di una squadra coesa formata da tecnici e dirigenti preparati e appassionati - dice Alessandro Bottoni - Come sempre, mi metto a disposizione della Federazione e dell’intero movimento, offrendo il massimo contributo possibile al nuovo progetto, con l’intento di fare del lavoro di squadra e della sinergia tra i vari ambiti il vero valore aggiunto”.

 

Prende forma il programma Sviluppo Italia che sarà incentrato sulle categorie Under 23 e Juniores e rappresenta l’anello di congiunzione tra settore giovanile e alto livello, un aspetto cardine per concretizzare un continuo ricambio generazionale. Il Direttore Tecnico del Programma Sviluppo Italia è Andrea Gabba il quale sarà affiancato dal Coordinatore del Programma Sviluppo Italia Sergio Contin e dai Tecnici del Programma Sviluppo Italia Massimiliano Di Luca e Martino Colosi.

“Affinché i nostri élite raggiungano risultati sempre più prestigiosi, ogni livello della preparazione dei ragazzi deve avere una progettualità condivisa - spiega Andrea Gabba - Sono convinto che mediante la sinergia con gli altri settori, con il fondamentale supporto del coordinatore Sergio Contin, con gli altri tecnici di Sviluppo Italia, con gli atleti e con le società, riusciremo a raggiungere gli obiettivi preposti, nell’ottica di un naturale ricambio generazionale”.

 

Per quanto riguarda il settore giovanile, relativamente all’area nazionale del Programma Sviluppo, Alberto Casadei riveste il ruolo di Coordinatore Tecnico dell’Attività Giovanile. Al suo fianco, Mauro Tomasselli (Tecnico Attività Giovanile) e Luca Facchinetti (Tecnico Programma Attività Giovanile). Per rafforzare il radicamento sul territorio, aspetto di primaria importanza, è stato implementato il Programma di sviluppo territoriale dell’attività giovanile. Nelle prossime settimane, saranno definiti i coordinatori tecnici di macro area e RGT che lavoreranno con lo staff dell’area nazionale composto da Luigi Ruperto (Coordinamento RGT e Organizzazione), Marco Pergolini (Tecnico Attività Giovanile), Stefano Bettini (Gestione Dati RGT e Amministrazione) e Enzo Fasano (Tecnico Attività Giovanile).

“Sono davvero onorato di poter ricoprire un ruolo fondamentale e strategico per la Federazione sul quale il presidente Giubilei avrà particolare attenzione - dice Alberto Casadei - l’obiettivo è quello di proseguire nel processo di crescita qualitativo e numerico, sviluppando un rapporto di strettissima collaborazione con tutti gli altri settori tecnici. I giovani su cui stiamo lavorando oggi saranno i nostri campioni di domani e anche di dopo domani, motivo per cui il lavoro di squadra e l’interscambio continuo rappresentano i cardini su cui è incentrato questo progetto”.

 

A fare da collante tra questi tre settori, Squadra Nazionale, Sviluppo Italia e Settore Giovanile, c’è Simone Biava, il nuovo Direttore Sportivo, che rappresenta anche l’interfaccia tra la dirigenza e il settore tecnico della Federazione.

“Ho sempre creduto che il lavoro di squadra sia la base del successo - sottolinea Simone Biava - In una federazione moderna, avere una figura di coordinamento tra i vari settori e che imposti una strategia sportiva con visione è fondamentale. Giovani, Sviluppo, Squadra Nazionale e Paratriathlon hanno dinamiche diverse ed i direttori tecnici devono essere correttamente supportati per mettere atleti, tecnici e società al centro del processo di performance. Ringrazio il presidente Riccardo Giubilei ed il Consiglio Federale per avermi assegnato questo prestigioso ruolo a cui dedicherò con abnegazione tutto me stesso basandomi su tre valori imprescindibili: la cultura del lavoro, il merito e il senso di appartenenza alla Maglia Azzurra”.

 

Per quanto riguarda il settore medico, entra nell’organico federale come responsabile il dottor Alessandro Corsini, già medico federale della FISI e dell’Inter. Il settore può contare sul supporto del dottor Fabio Fanton fino a ottobre e sul contributo di Oreste Sacchetti, che sarà orientato all’area giovanile, e il dottor Pietro Picotti, collegato al Paratriathlon.

Rinnovamento anche nell’ambito della formazione: il dottor Cristiano Caporali è il nuovo Responsabile del Settore Istruzione Tecnica oltre che responsabile didattico e sarà affiancato da Angelo Rubino (Assistente); con l’intento di collegare l’area tecnica alla formazione, il SIT lavorerà in sinergia con un Comitato Scientifico che sarà coordinato da Alessandro Bottoni.

Infine, relativamente al Multisport, sono stati confermati Massimo Galletti (Coordinatore Progetto Cross Triathlon) con Stefano Davite (Tecnico del Cross Triathlon a supporto di élite e age group) e Marco Bethaz (Tecnico del Winter Triathlon) mentre sono in fase di definizione le figure tecniche di riferimento di triathlon medie e lunghe distanze, duathlon, aquathlon.