Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Europei Cross Duathlon: doppietta azzurra con Lamastra e Saravalle, Bolzan campionessa Under 23. Quattro medaglie italiane tra gli junior

images/2021/Gare_INTERNAZIONALI/XTERRA/Dolomiti_Paganella/Cross_Duathlon/medium/XTERRA_trentino_2021_duathlon_top3_054.jpg

Un trionfo azzurro agli Europei di Cross Duathlon. Nella gara di Andalo che ha aperto l’intensa tre giorni di XTERRA Trentino European Cross Triathlon Championship con l’assegnazione dei titoli continentali della specialità, l’Italia mette in bacheca sette medaglie.

Il team azzurro piazza due elementi al vertice della gara maschile: il trionfo è di Giuseppe Lamastra (Trisports.it Team) che conquista il titolo europeo davanti al suo compagno di nazionale e di club Alessandro Saravalle (Trisports.it Team). Completa il podio il danese Jens Emil Sloth Nielsen che si aggiudica anche il titolo under 23.

Tra le donne, successo alla francese Morgane Riou che precede l’olandese Diede Diederiks e la russa Daria Rogozina. Matilde Bolzan (Pool Cantù 1999), quarta assoluta, centra il titolo europeo Under 23

Festa tricolore anche in campo junior, con la doppietta italiana: è Martina Stanchi (Sai Frecce Bianche) la nuova campionessa europea di Cross Duathlon e sale sul gradino più alto del podio ad Andalo proprio davanti la sua compagna di nazionale Irene Ballotta (G.P. Triathlon), argento: completa il podio l’olandese Willemijn Fuite.

In ambito maschile, assolo del portoghese François Vie, ma alle sue spalle il podio è tutto azzurro con Andreas Tiefernbrunner (Lauferclub Bozen), secondo, e Pietro Santini (Sai Frecce Bianche), terzo.

 

“Siamo molto felici di poter celebrare questa giornata di festa per il duathlon azzurro - dice il presidente del CONI Giovanni Malagò - Le sette medaglie complessive raccolte agli Europei di specialità dimostrano la grande valorizzazione della multidisciplinarità all’interno del movimento e lo spessore tecnico che la caratterizza. Complimenti alla Federazione, alle nostre atlete e ai nostri atleti per questi importanti successi e podi continentali”. 

 

“Sono super contento – commenta Giuseppe Lamastra, campione europeo di Cross Duathlon – avevo messo nel mirino questa specialità, lo avevo detto dopo la fine della stagione del winter triathlon, e ho sfruttato al massimo l'occasione di avere un Europeo in Italia. Ci siamo preparati bene, tenevo molto a questa gara con una frazione ciclistica da biker veri ed è andato tutto alla perfezione”.

“Con Pippo è una battaglia continua su tutti i terreni ed è stato bello lottare con lui anche oggi – racconta Alessandro Saravalle – Nel finale non sono riuscito a tenere il suo ritmo, ma ho difeso il secondo posto: oggi si meritava la vittoria, è più esperto di me, ma in futuro cercherò di fare meglio prendendo spunto anche da lui”.

“Non sono una duatleta ma oggi è andata bene – racconta Matilde Bolzan, campionessa europea di Cross Duathlon Under 23 – In bici non ero al top, ma ho provato a spingere e a staccare la terza, provando a dare tutto sull'ultima salita. Sono arrivata quarta assoluta, ma ammetto che ho creduto di poter prendere una medaglia assoluta, peccato che sia scoppiata nel finale”.

“Un'ottima prima frazione di corsa, in bici mi ha ripreso Santini in bici e poi sono partito alla grande per l'ultimo segmento di corsa – dice Andreas Tiefenbrunner – ho tenuto bene difendendo il secondo posto e la medaglia d'argento”.

“Siamo partiti tutti molto forte a piedi, in bici ho spinto bene soprattutto in salita e nell'ultima frazione ho fatto ciò che ho potuto – racconta Pietro Santini – non mi aspettavo questo risultato, sono molto soddisfatto del terzo posto”. 

“Felicissima di questa medaglia d'oro in casa – dice Martina Stanchi – ho avuto buone sensazioni durante tutta la gara, mi è piaciuto molto il tracciato in bici dove sono riuscita a fare la differenza”.

“Sono partita bene, ma ho avuto qualche difficoltà nel primo tratto in mountain bike, ma ho recuperato bene e sono riuscita a correre bene anche la seconda frazione”, commenta Irene Ballotta

“La prima giornata è stata molto proficua per l'Italia: sono arrivate molte medaglie e si vedono i primi frutti del lavoro di squadra tra le varie discipline che compongono il Multisport che porta ad una visione del settore a 360° – spiega il Direttore Sportivo Simone Biava – C'è molta collaborazione tra i tecnici e ora abbiamo piazzato il primo tassello per arrivare ad una completa trasversalità del Multisport: oggi due ragazzi che abitualmente vediamo nel winter triathlon hanno realizzato una splendida doppietta azzurra a dimostrazione di come quella sia una specialità propedeutica alle prove off-road e si possano avere obiettivi sia nella stagione invernale, sia in quella estiva. Devo ringraziare tutti i tecnici del cross e il tecnico del winter triathlon Marco Bethaz per il lavoro compiuto sino a qui conclude Biava – Per ora abbiamo sparato le prime cartucce nel migliore dei modi del duathlon, ora siamo pronti con la squadra del cross triathlon per la gara di domenica”.

“Una grandissima giornata, siamo contentissimi di aver raccolto questi splendidi risultati in uno scenario davvero unico e spettacolare – dice Gianluca Tasin, consigliere federale e presidente della Consulta – Lo spettacolo è appena cominciato: domani avremo un bell'appuntamento con l'XTERRA Kids, una gara promozionale per i bambini che vuole avvicinare il settore giovanile a questa disciplina, e domenica il gran finale con la gara di Cross Triathlon che assegna i titoli europei. Questo evento così completo rappresenta anche una grande festa per gli Age Group, protagonisti oggi e nuovamente al via in massa nell'evento di domenica: è importante creare eventi di così ampio respiro che abbraccino tutti i settori, che sfruttino le potenzialità del territorio e facciano da volano allo sviluppo del movimento del triathlon italiano”.

 

- SEGUONO AGGIORNAMENTI - 

 

RISULTATI

ELITE
Uomini
1. Giuseppe Lamastra (Trisports.it Team)
2. Alessandro Saravalle (Trisports.it Team)
3. Jens Emil Sloth Nieslen (Dan)
9. Riccardi Ridolfi (T.D. Rimini)
11. Manuel Bortolas (Granbike Veloclub)
13. Gianfranco Cucco (Sai Frecce Bianche)
14. Marco Rinaldi (Cus Parma)
Donne
1. Morgane Riou (Fra)
2. Diede Diederiks (Ola)
3. Daria Rogozina (Rus)
4. Matilde Bolzan (Pool Cantù 1999)
7. Vittoria Spada (Granbike Veloclub)

UNDER 23
Uomini
1. Jens Emil Sloth Nieslen (Dan)
2. Thobaud De Smet (Bel)
3. Will Crudgington (Gbr)
Donne
1. Matilde Bolzan (Pool Cantu 1999)
2. Stepanka Bisova (Cze)
3. Sofiya Pryyma (Ucr)

JUNIOR
Uomini
1. Francois Vie (Por)
2. Andreas Tiefenbrunner (Lauferclub Bozen)
3. Pietro Santini (Sai Frecce Bianche)
4. Matteo Sfregola (Silca Ultralite)
6. Manuel Cossu (Fuel Triathlon)
Donne
1. Martina Stanchi (Sai Frecce Bianche)
2. Irene Ballotta (G.P. Triathlon)
3. Willemijn Fuite (Ned)
5. Chiara Porta (Villacidro Triathlon)

 

 

RISULTATI Completi

GALLERY PREMIAZIONI

 

 

 

XTERRA trentino 2021 duathlon top3 013

XTERRA trentino 2021 duathlon top3 014

XTERRA trentino 2021 duathlon top3 038

XTERRA trentino 2021 duathlon top3 051

lamastra saravalle

bolzan

juniorD

juniorU

 

Notizia correlata:
Europei XTERRA Trentino: azzurri pronti per la rassegna continentale di Cross Triathlon e Cross Duathlon

 

 

(foto: XTERRA/FITRI)