Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Europei di Triathlon: Bianca Seregni e Michele Sarzilla ottavi a Valencia

Ai Campionati Europei di Triathlon di Valencia (Esp), Bianca Seregni (DDS/7MP) chiude all'ottavo posto la sua prima avventura ad una rassegna continentale élite. L'azzurra, terza in World Cup a Karlovy Vary al suo debutto nel circuito mondiale, si è resa assoluta protagonista della gara valenciana su distanza olimpica staccando tutte le avversarie nella frazione nuoto e conducendo una gara di testa che l'ha portata a chiudere tra le migliori dieci d'Europa. 

Il titolo europeo va all'elvetica Julie Derron, medaglia d'argento a Annika Koch (Ger), bronzo per Sian Rainslay (Gbr).

Sharon Spimi (G.S. Fiamme Oro) ha concluso in 19^ posizione, Carlotta Missaglia (Valdigne Triathlon) ha ottenuto il 23° posto mentre Beatrice Mallozzi (G.S. Fiamme Azzurre) ha chiuso in 37^ posizione.

Nella gara maschile, anche Michele Sarzilla (DDS/7MP) conquista l'ottavo posto: l'azzurro, leggermente attardato nel nuoto, è abile a rientrare nel gruppo di testa nelle prime fasi della frazione ciclistica per poi inserirsi nella lotta per i piazzamenti di prestigio nella corsa.

Il titolo europeo va al francese Dorian Coninx; alle sue spalle si piazzano gli spagnoli Roberto Sanchez Mantecon, argento, e Antonio Serrat Seoane, bronzo.

Delian Stateff (G.S. Fiamme Azzurre) taglia il traguardo in 12^ posizione, Nicola Azzano (C.S. Carabinieri) chiude al 15° posto, Davide Uccellari (G.S. Fiamme Azzurre) è 36° mentre Nicolo Strada (Raschiani Triathlon Team) chiude 41°.

 

RISULTATI

 

LA CRONACA

Donne - Body azzurro ben visibile nella prima frazione grazie all'assolo di Bianca Seregni, dominatrice incontrastata della frazione nuoto. Compiuta la prima transizione in solitaria, l'azzurra è inseguita dalla britannica Rainsley, anch'essa da sola in questa fase; Spimi è nel primo gruppo numeroso di inseguitrici, Steinhauser si inserisce nel secondo gruppo, più indieto Missaglia, Olmo e Mallozzi. Nel corso del secondo degli 8 giri della frazione ciclistica, la fuga della Seregni si esaurisce: in testa c'è dunque un drappello di una quindicina di unità tra cui la stessa Bianca e Sharon Spimi mentre all'inseguimento si forma un gruppo ancora più numeroso di cui fanno parte Steinhauser, Missaglia, Olmo; più indietro Mallozzi, nel terzo gruppo. Le atlete di testa riescono a raggiungere la seconda transizione con un vantaggio di oltre due minuti sulle inseguitrici. Mentre la Spimi perde contatto dalla testa, la Seregni imposta un ottimo ritmo sin dalle prime fasi di corsa inserendosi nella lotta per le medaglie. Derron cambia passo e si invola verso il successo, la tedesca Koch si assesta in seconda posizione mentre per il bronzo è lotta tra Klimas e Rainsley: la spunterà la britannica. Bianca Seregni, consistente anche nella corsa, difende una preziosa top-10 e chiude in 8^ posizione, migliore delle azzurre. Spimi taglia il traguardo in 19^ posizione, 23^ Missaglia e 37^ Mallozzi mentre Olmo e Steinhauser non hanno concluso la gara.

Uomini – Prima frazione con Varga, Silva e Castro che dettano i ritmi e arrivano per primi in T2, poco dietro Stateff e Azzano, più staccati Sarzilla, Strada e Uccellari. I primi due azzurri riescono ad inserirsi subito nel gruppo di testa mentre Strada e Sarzilla, si piazzano nel gruppo degli immediati inseguitori; Uccellari invece è nel terzo gruppo. Col passare dei chilometri, il distacco tra i primi due drappelli si assottiglia sino a che al comando si forma un unico grande gruppo con i migliori quattro azzurri. La situazione non cambia sino alla seconda transizione, che avviene in maniera piuttosto concitata. Coninx e Briffod sono i più rapidi in zona cambio, ma Azzano inizia a correre proprio a ridosso dei migliori; bene anche Sarzilla e Stateff. Le carte si rimescolano e il ritmo di Coninx, Serrat e Sanchez fa male: i tre prendono un margine di vantaggio su Richard e Baxter, poco più indietro Sarzilla con Morlec e Briffod. Il francese si invola verso la vittoria, per il podio è lotta tra i padroni di casa: avrà la meglio Sanchez su Serrat. Nella lotta sui piazzamenti, tiene duro Sarzilla che conquista l'8° posto ed è il migliore degli azzurri al traguardo. Stateff, difende il 12° posto, poco più indietro Azzano, 15°; Uccellari e Strada, invece, chiudono rispettivamente in 36^ e 41^ posizione.

  

 

PARATRIATHLON

In gara a Valencia, anche gli azzurri del Paratriathlon. Federico Sicura (Zerotrenta Triathlon) guidato da Dario Chitti (Cus Parma) ha ottenuto il 7° posto nella categoria PTVI mentre Gianluca Cacciamano (Team Ladispoli) ha chiuso al 9° posto la gara della categoria PTS4.

217898973 4719680801395419 853735360695872284 n

cacciamano

sicura

 

(foto: Europe Triathlon, World Triathlon, FITRI)