Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Flash dalla Namibia, il CT Contin ci aggiorna sul raduno degli atleti elite di triathlon


"I lavori di preparazione in altura per gli atleti del settore maschile interessati al percorso di qualificazione olimpica, procede nel migliore dei modi. Mediamente 3 sono gli allenamenti quotidiani inseriti in una programmazione articolata e personalizzata dove i quattro atleti, Alessandro Fabian, Daniel Hofer, Alberto Alesandroni e Davide Uccellari, hanno trovato le giuste motivazioni e stimoli per sostenere un carico così importante. Le condizioni sono ideali, buone le strutture a diposizione ed i percorsi sia podistici che ciclistici sono ottimali, ma soprattutto il clima è importante, a quota 1700/1800 ci consente di allenarci a temperature di 25 gradi circa.

Per Hofer ed Uccellari era previsto anche un "test match" in Sud Africa a Città del Capo, una Continental Cup servita ad Hofer per raccogliere preziosi punti ITU con il suo 11° piazzamento e ad Uccellari (giunto 28°) per incrementare la sua esperienza nell'alto livello, passaggi importanti in vista dei prossimi appuntamenti internazionali. Parlando della specifica gara, Davide ha pagato lo scotto di una frazione a nuoto veramente difficile, le acque dell'oceano particolarmente movimentate e soprattutto fredde (14 gradi) lo hanno messo in difficoltà fin da subito ma per lui era importante esserci e competere.

E così siamo giunti all'ultima settimana di lavoro di questo collegiale che durerà alla fine per ben 21 giorni: sono molto soddisfatto di ciò che abbiamo fino ad oggi realizzato; le performance sono particolarmente positive, non ci sono mai stati particolari cali di prestazione e di attenzione, sto monitorando il carico interno giornalmente, con le frequenze cardiache, con i lattati ematici, semplicemente con il cronometro e le performance dei singoli e le curve di crescita sono evidenti.

Ancora pochi giorni e poi si tornerà sul livello del mare per finalizzare quegli appuntamenti agonistici che, per questi atleti, ho fissato da tempo nella loro personale agenda".