Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Bravi i due 'capitani' Fabian & Mazzetti. Il bilancio del CT Contin

Soddisfazioni e certezze dal Mondiale di Losanna, bravi i due 'capitani' Fabian & Mazzetti, ecco il bilancio del CT Contin sulla partecipazione azzurra
Il Ct Sergio Contin traccia un bilancio sulla partecipazione azzurra al Mondiale di Triathlon Sprint individuale e di Staffetta, disputato la scorsa settimana a Losanna.... e si guarda già alla Gran Finale di Pechino di settembre prossimo.

"Usciamo da questa due giorni con più motivi di soddisfazione: la gara individuale, prova unica del mondiale di triathlon su distanza sprint, nonché prova di World Championship Series che conferisce un evidente valore aggiunto a questo evento, ha dato responsi assolutamente positivi. I quattro azzurri che ho convocato per l'occasione e di fatto aventi diritto alla partecipazione per ranking internazionale acquisito, si sono ben comportati. Ad eccellere senza ombra di dubbio le nostre attuali punte: Alessandro Fabian 13esimo all'arrivo e Anna Mazzetti 11esima, per entrambi la miglior prestazione nel massimo circuito mondiale 2011. Fabian ha equiparato in termini di classifica la prova di WCS di Madrid dello scorso giugno, ha costruito il risultato con il suo solito infallibile nuoto, una garanzia , ormai da due anni tra le migliori frazioni al mondo. A seguire, un buon ciclismo anche se in leggera sofferenza nei tratti in salita agli elevatissimi ritmi con i quali la si affrontava e, su questo specifico aspetto, ci sto personalmente lavorando in prospettiva della Gran Finale WCS di Pechino; più che soddisfacente anche la terza frazione, dove Alessandro si è ben difeso rimanendo nelle posizioni che contano.
Molto bene anche Anna Mazzetti, che ha svolto una gara senza sbavature e disegnandone una trama ad oggi consona alle sue potenzialità.
L'importante per Anna era rimanere "agganciata" nel nuoto e così è stato.
E' riuscita a stare in gara con una frazione natatoria che l'ha collocato in una compagine di atlete molto competitive; sono così rientrate presto nel gruppo che le precedeva guadagnando la testa della corsa; Anna a quel punto, consapevole delle proprie potenzialità, è uscita dalla T2 in prima posizione con una transizione rapida e sicura, ha corso bene, non è stata in grado di tenere il passo delle primissime al mondo quali Jenkins, Riveros , Hewitt, ma ugualmente ha chiuso con un risultato eccellente: per lei punti importantissimi per il ranking internazionale e per la classifica del campionato del mondo. Ha ulteriormente migliorato il già ottimo risultato del 2010 che l'aveva vista 12esima in un contesto di livello inferiore a quello elevatissimo del 2011.
Basta scorrere la classifica sia maschile che femminile per rendersi conto degli atleti che Alessandro Fabian e Anna Mazzetti hanno avuto la capacità e la forza di precedere.

Chiudono con un buon risultato anche Daniel Hofer 24esimo, per lui prima esperienza nel circuito di campionato del mondo e Charlotte Bonin 31esima, solida nel nuoto e nel ciclismo ma deve lavorare ancora molto nella terza frazione.

Infine la gare a squadre, 32 i team alla partenza.
La squadra azzurra è stata penalizzata in particolare da una caduta nella frazione ciclistica di Daniel Hofer; uno stop che ha fatto perdere all'atleta una quarantina di secondi e ben 7 posizioni al cambio con il terzo frazionista. Dalla 13esima posizione al cambio con Mazzetti, prima a partire, siamo scesi con la caduta di Hofer al 20esimo posto; con Bonin siamo risaliti al 17esimo, buona la sua performance e con Alessandro Fabian, ultimo frazionista, al 15esimo.
Di più a quel punto non si poteva realizzare; la classifica ufficiale estrapolati i doppi team ci vede 12esimi su 26 team ufficiali.

Si ritorna in Italia soddisfatti, consapevoli del buon lavoro svolto fino ad oggi e con le idee chiare su ciò che bisogna fare per andare oltre.

Torno anche con alcune certezze: certezze sulla pianificazione agonistica e sulle appropriate scelte adottate sul calendario internazionale e certezze programmatiche ragionate e realizzate nei mesi scorsi con la pianificazione dei periodi allenanti.
I risultati di Losanna ma non dimentichiamo anche il recente prestigioso secondo posto di Mazzetti in coppa del mondo in Ungheria a 5'' dalla vittoria, sono risultati realizzati a quindi/venti giorni dal termine dell'operoso lavoro svolto in quota durante l'intero mese di luglio.

E ci sono ulteriori certezze in prospettiva olimpica, non ho infatti alcun dubbio sui miei "due capitani" , Alessandro Fabian e Anna Mazzetti.

Ora si continua con il lavoro di trasformazione sul livello del mare per ricercare e consolidare i ritmi di gara; obiettivo Pechino , ultima tappa del campionato del mondo elite e mondiale di categoria under 23 dove sto costruendo strategie e prospettando soluzioni , spero vincenti , per il nostro team ...."