Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Le Linee Guida 2010 - 2011 per l'attività degli atleti elite di triathlon


Nel consiglio federale svoltosi lo scorso 27 febbraio, sono state approvate le linee guida per la stagione 2010-11 che riguardano l'attività degli atleti elite di triathlon. Linee guida, già pronte a dicembre e che, per i noti motivi federali, sono state 'varate' solamente ora, al primo consiglio utile.

Ma veniamo ai principali contenuti delle Linee Guida 2010/2011 che, come per ogni stagione agonistica, servono a stabilire, secondo principi di meritocrazia e di trasparenza, quale sarà il rank 'interno' tra gli atleti elite per l'anno successivo, ma non solo:

"Le Linee Guida costituiscono uno strumento importante per l'attività tecnica - ribadisce il direttore sportivo Roberto Tamburri - e si basano su principi oggettivi che consentono di rivolgere l'attenzione a tutti quegli atleti che si mettono in evidenza attraverso momenti agonistici, un'apertura appunto a tutti, in base al merito. Quindi, anche quest'anno, sono state individuate le gare nazionali ed internazionali valide per acquisire punteggi nel rank interno 2010 e relativi supporti tecnici ed economici, da corrispondere in base alla qualità dei risultati ottenuti. Se da una parte il CT Sergio Contin, ad esempio, ha la possibilità di decidere autonomamente le convocazioni degli atleti, dall'altra potrà ricevere da questo sistema, indicazioni utili che gli consentiranno di avere un ampio raggio di veduta, di valutazione e quindi di intervento".