Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Ai Mondiali ITU di Triathlon Cross, in Sardegna, 6 Age Group italiani sul podio.

images/2015/foto_news/ITU_ETU/2015_Orosei/barbaracardinali_IMG_0572.jpg

Il gruppo di Age Group Italia a Orosei, dopo il briefing tecnico.

Nella seconda giornata di gare che ha assegnato i titoli di categoria, i Campionati Mondiali di Cross Triathlon ITU Sardegna 2015 si tingono di azzurro, con due ori, due argenti e due bronzi. Il migliore degli italiani, terzo assoluto ad arrivare al traguardo, è stato lo specialista delle ruote grasse Davide Ballabio (2:24:42), sul gradino più alto del podio nella categoria M40. Ennesimo titolo iridato anche per l’intramontabile Gianpietro De Faveri, che a 46 anni, dopo aver vinto tutti i titoli italiani su tutte le distanze, si laurea campione del mondo M45. Ad aggiudicarsi l’argento sono Marco Spadaccia, nella categoria M25, l’anno scorso in azzurro ai Campionati Europei della specialità, e Stefano Piolanti negli M60. Alessandro Bonalumi raggiunge Ballabio sul podio M40 con il bronzo, terzo posto anche per Valter De Rossi negli AG M65.
Il primo assoluto a giungere al traguardo di Cala Ginepro è il francese Nicolas Durin (M35), in 2:22:55. Dietro di lui, a un minuto di distanza, il tedesco Thomas Kerner (M25). Tra le donne, miglior tempo della neozelandese Sarah Backer. Tra i sardi, la migliore prestazione è quella di Gianni Curridori (M35) del Fuel Triathlon San Gavino, sesto di categoria e ventunesimo assoluto.

Alla competizione Age Group hanno partecipato 449 atleti provenienti da 31 nazioni di tutti i Continenti. Oltre 180 gli italiani in gara, di cui 103 sardi. Da Gran Betagna, Francia, Germania, Austria, Stati Uniti, Sudafrica, Nuova Zelanda, Brasile e Australia le delegazioni più numerose. Per garantire una migliore prestazione e una maggiore sicurezza, la sfida di categoria è stata suddivisa in due onde di partenza: gli Age Group da M18 a M45 hanno gareggiato la mattina, mentre per gli over 50 e le donne lo start è scattato nel primo pomeriggio. Una giornata di grande sport che sulla spiaggia di Cala Ginepro ha visto anche un curioso momento di romanticismo: prima dello start un triatleta ungherese ha fatto una pubblica proposta di matrimonio alla sua fidanzata. (Lei ha detto sì).

Fonte: comunicato organizzazione


 Al termine della kermesse mondiale, queste le parole del Presidente FITRI, Luigi Bianchi:

Una rassegna con un clima fantastico – dice il presidente - i nostri atleti e tutti gli stranieri hanno regalato un grande spettacolo di sport, mostrando di divertirsi ed apprezzare gli sforzi organizzativi messi in campo dalla struttura TNatura guidata da Sandro Salerno: un’organizzazione che ancora una volta ha dimostrato le sue capacità di coinvolgimento nei confronti di volontari e realtà territoriali. Siamo stati onorati anche della presenza del Presidente ITU Marisol Casado e del Presidente del CONI Giovanni Malagò: il nostro n.1 dello sport italiano è un entusiasta del nostro triathlon e lo ringrazio per l’attenzione che ci ha rivolto.”

- Tutte le CLASSIFICHE

barbaracardinali IMG 0596

barbaracardinali IMG 0582

barbaracardinali IMG 0482

barbaracardinali IMG 0617

barbaracardinali IMG 0498

barbaracardinali IMG 0526

barbaracardinali IMG 0534

barbaracardinali IMG 0563

/>