Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Inarrestabile Javier Gomez è Oro a Rio! Il test event tradisce Fabian caduto in bici, 30° Luca Facchinetti, 31° Davide Uccellari

Test event RIO vince GOMEZ

 

Javier Gomez imprime il suo sigillo nel test event di Rio e conquista la medaglia d’oro con una gara ed una frazione finale a corsa superbe: lo spagnolo Gomez si è imposto al traguardo con 14’’ di vantaggio su un altro grande interprete del percorso carioca, il francese Vicent Luis che si sta ‘abituando’ ai prestigiosi podi dopo la recente vittoria in world triathlon series ad Amburgo, mostrando la sua costante crescita in questa stagione preolimpica. Alle spalle di Luis, terzo è il sudafricano Richard Murray, artefice di una spettacolare rimonta ai ‘danni’ dei migliori triatleti in campo mondiale e conquista una meritatissima medaglia di bronzo.

Per Alessandro Fabian (CS Carabinieri) una giornata ‘no’: una caduta nella seconda discesa, ha compromesso la gara dell’azzurro che fino ad allora – molto bene nel nuoto ed intesta nei primi 5 giri di ciclismo – lo aveva visto tra gli 8 leader condurre e ben gestire.

Luca Facchinetti (T.Team Ravenna) e Davide Uccellari (GS Fiamme Azzurre) , usciti dalla prima frazione a circa 40, 45 secondi dai primi, sono rimasti nel secondo gruppo degli oltre 40 inseguitori , fin dall’inizio del ciclismo; con la frazione di corsa non sono riusciti a cambiare il passo che gli consentisse un attacco e rimonta rivolti a posizioni di classifica interessanti ed hanno concluso la loro gara rispettivamente in 30^ e 31^ posizione generale.

CRONACA:

Circa 15 i nuotatori in testa, primi ad uscire dall’acqua Schoeman (RSA), Varga(SVK) e Igor Polyanskiy (RUS) Alessandro Fabian e Zaferes (USA), poi dalla T1 sempre in gruppo tutti insieme con i forti francesi Coninx e Luis, l’australiano Royle, il messicano Perez ed i campioni Alistair Brownlee (GBR) e Javier Gomez (ESP).

Dietro a circa 15 secondi gli inseguitori diretti, con distacco che aumenta a 30’’ nel corso del primo giro: tra gli atleti favoriti della giornata, all’inseguimento dei leader, anche gli spagnoli Mario Mola ed Alarza, i francesi Le Corre e Hauss, i portoghesi Pereira e Silva, l’australiano Richard Murray ed in questo gruppo anche gli azzurri Luca Facchinetti e Davide Uccellari.

Nel secondo giro in bici, il distacco del gruppo dei primi 11 aumenta sugli avversari e diventa di oltre 50 secondi, poi oltre 1 minuto: gli inseguitori sono in 44 e dietro a loro, nel 3 giro in bici ad oltre 2 minuto, altri 11 atleti.

I ritmi restano altissimi e fino alla fine del quarto giro tutto resta invariato. Poi nel 5° giro perde un po’ il messicano Perez che scivola nel secondo gruppo, mentre Alessandro Fabian e lo slovacco Varga escono all’improvviso di scena: l’azzurro Fabian è tradito sulla seconda discesa da una caduta causata da un tombino e si ritira insieme a Varga.

Restano a questo punto in 8 a condurre i giochi: Brownlee, Schoeman, Royle, Polyanskiy, Zaferes, Luis, Gomez e Coninx ed alle loro spalle sempre la compagine dei circa 40 atleti invariato.

Dalla T2 escono ancora tutti insieme i leader e protagonisti dell’intera gara fino ad allora, per tutti gli inseguitori, c’è un divario di oltre 1 minuti e 40 secondi da dover recuperare: subito vola leggero e veloce verso i 10 km a corsa, lo spagnolo Gomez, affiancato dal francese Luis ed allungano lasciando 50'' dietro Alistair Brownlee e lo statunitense Zaferes.

Poi il ritiro di Coninx dovuto a dolori addominali ad inizio corsa ed una frazione piena di sorprese e di rimonte prende il via.

Un Gomez strepitoso, velocissimo e deciso a rifarsi dell’europeo sfuggito per una banale caduta e soprattutto a confermare la sua leadership mondiale anche su un Alistair Brownlee, incapace oggi di arginare la fuga dei due Gomez-Luis e l’attacco degli altri. Un Luis capace di restare agganciato a Gomez fino alla fine mentre, altro colpo di scena, c’è l’ ‘arresa’ del campione olimpico Brownlee che non solo viene ripreso e superato dal velocissimo Richard Murray, ma che perde via via posizioni e si ferma al 10° posto.

Intanto Murray, che aveva ‘puntato’ alla testa della gara fin dall’uscita della seconda transizione, sapendo di poter contare sulla sua frazione più competitiva, riesce a realizzare il capolavoro: macinando posizioni su posizioni, dal 27° posto di classifica dalla T2 con 1 minuto e 45’’ di distacco dalla testa della gara, raggiunge in progressione il traguardo e conquista la medaglia di bronzo.

Tra le tante spettacolari e meritate rimonte a piedi, da segnalare anche quella di Hauss (FRA) e del russo Dimitri Polianskiy che hanno conquistato rispettivamente il 4° e 5° posto, lasciandosi alle spalle in 6^ posizione Royle, Mola 7°- anche lo spagnolo bravissimo a rientrare nella top ten tirato da Murray, in una rimonta dalla 30^ posizione – ed in 8^ Igor Polyanskyi e 9° il portoghese Silva.  

Il DT Nazionale Mario Miglio ha commentato: "Anna ha centrato la terza gara consecutiva nella giornata che ha segnato il rientro alle gare di Alice. Purtroppo Alessandro ha concluso con una caduta una gara iniziata bene. Luca e Uccio hanno nuotato bene ed hanno concluso dignitosamente la loro prova. Nel complesso una giornata positiva che segna un passo in avanti verso il pieno recupero di tutta la squadra."


TOP TEN

PosFirst NameLast NameCountry TimeSwimT1BikeT2Run
1 Javier Gomez Noya ESP 01:48:26 00:18:03 00:00:46 00:57:30 00:00:32 00:31:35
2 Vincent Luis FRA 01:48:40 00:17:53 00:00:51 00:57:34 00:00:30 00:31:52
3 Richard Murray RSA 01:49:01 00:18:36 00:00:44 00:58:39 00:00:32 00:30:30
4 David Hauss FRA 01:49:32 00:18:24 00:00:52 00:58:42 00:00:38 00:30:56
5 Dmitry Polyanskiy RUS 01:49:32 00:17:54 00:00:48 00:59:18 00:00:33 00:30:59
6 Aaron Royle AUS 01:49:34 00:17:52 00:00:55 00:57:31 00:00:32 00:32:44
7 Mario Mola ESP 01:49:37 00:18:30 00:00:51 00:58:36 00:00:35 00:31:05
8 Igor Polyanskiy RUS 01:49:41 00:17:48 00:00:51 00:57:40 00:00:35 00:32:47
9 Joao Silva POR 01:49:46 00:18:43 00:00:51 00:58:22 00:00:31 00:31:19
10 Alistair Brownlee GBR 01:49:54 00:17:58 00:00:49 00:57:32 00:00:33 00:33:02

CLASSIFICA COMPLETA

 

GLI ITALIANI IN GARA

PosFirst NameLast NameCountry TimeSwimT1BikeT2Run
30 Luca Facchinetti ITA 01:51:38 00:18:28 00:00:51 00:58:39 00:00:34 00:33:06
31 Davide Uccellari ITA 01:51:46 00:18:26 00:00:55 00:58:40 00:00:36 00:33:09
DNF Alessandro Fabian ITA DNF 00:17:51 00:00:51 00:00:00 00:00:00 00:00:00

 

 

International Triathlon Union logo
International Triathlon Union
Press Release • August 02, 2015

Javier Gomez (ESP) & Gwen Jorgensen (USA) punch tickets to 2016 Rio Olympics at Triathlon Test Event

Rio de Janeiro - Olympics silver medallist Javier Gomez punched his ticket to a third Olympics, while Gwen Jorgensen will toe the line at her second Olympics, as both athletes won the 2015 Triathlon Test Event on iconic Copacabana Beach on Sunday.In the women's race British athletes Non Stanford and Vicky Holland earned their country two automatic spots in Rio next year as the silver and bronze medallists. Vincent Luis (FRA) and Richard Murray (RSA) both fulfilled their country's requirements to line up again in Rio next year as they rounded out the men's podium.

 

Men's Review
Javier Gomez Noya (ESP) added to his collection of titles and accolades when he crossed the finish line first at the 2015 Rio de Janeiro Test Event, ensuring he would line up again in 2016 as he fulfilled both his National Federation’s requirements for Olympic qualification and earned Spain a spot on the start list. It was the second Test Event he has won, after winning the Beijing race in 2007.

“It feels great to have my qualification for Rio. I enjoyed racing the course, it was a tough race but I felt quite good. I was saving some energy for the last two laps of the run because I am training for World Championships, so it was nice to win, I wouldn’t say it was easy, but it was controlled so I am really happy,” he said.

Vincent Luis (FRA) also secured France a berth to Rio, when he crossed over in second, simultaneously fulfilling his Federation’s qualification guidelines while Richard Murray ensured South Africa would be represented in 2016 when he earned a bronze with the most impressive run of the day.

Two distinct groups formed on the one-lap ocean swim at Copacabana Beach, with Richard Varga (SVK), Henri Schoeman (RSA), and a string of French men including Luis, Dorian Coninx (FRA), and Pierre Le Corre (FRA) exiting the water first. Getting out in front in the 1.5km swim was pivotal to several athletes in their paths to Olympic qualifications.

“I was in a bit of pressure because some of the French cut out, so it was really hard. But I was confident on the course, it was a very technical bike leg, but I swam good so I was under pressure but it was good.”While both Gomez and Luis swam, biked and ran in the lead group, the line to the podium wasn't as clear for Murray, who suffered a minute deficit behind athletes such as reigning Olympic gold medallist Alistair Brownlee.

On the back half of the 10km run, Gomez extended his lead, making it clear he’d cross the finish tape first with Luis second, Murray changed the game for many as he sailed past man after man pulling himself up from a minute gap onto the podium.

“I don’t think it has sunk in yet, I know that is such a cliché thing to say, but you know at the start of the day I had to motivate myself because it was going to be difficult to get. The swim was real rough, I came up quote far back, but even so the run was one of my best today, so overall in the end I am happy with the way things turned out today.”Read the full release here2015 Rio de Janeiro ITU

World Olympic Qualification Event
1.5km swim, 40km bike, 10km run

1. Javier Gomez Noya ESP ES 01:48:26
2. Vincent Luis FRA FR 01:48:40
3. Richard Murray RSA ZA 01:49:01
4. David Hauss FRA FR 01:49:32
5. Dmitry Polyanskiy RUS RU 01:49:32
6. Aaron Royle AUS AU 01:49:34
7. Mario Mola ESP ES 01:49:37
8. Igor Polyanskiy RUS RU 01:49:41
9. Joao Silva POR PT 01:49:46
10. Alistair Brownlee GBR GB 01:49:54