Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Chia, regno di Jan!

images/2017/Gare/CHIA_SARDINIA/chia_arrivo_gara_sprint.jpg

chia podio uomini 2017

 

Il tedesco Campione del Mondo Jan Frodeno conquista il Chia Sardinia Triathlon. Come il protagonista di un kolossal, Frodeno è un dominatore sul “percorso più bello del mondo”. Tra le donne vince in rimonta la danese Camilla Pedersen.

Jan Frodeno ha vinto il Chia Sardinia Triathlon 2017 impressionando con una performance che ha unito potenza e classe e che ha lasciato nulla agli avversari, staccati già dalle prime bracciate.
L’intera gara si è svolta in condizioni climatiche davvero buone, con il sole e senza vento, con il Maestrale spirato nei giorni di vigilia che si è placato per regalare ai triatleti - oltre 400 al via - anche qualche grado in più in acqua.
Frodeno ha concluso il percorso sul medio (1,9 km nuoto - 90 km bike - 21 corsa) con il tempo di 3 ore 47 minuti e 45 secondi, con un vantaggio di oltre 12 minuti sul secondo Alberto Casadei, giunto al traguardo in 3h 59’ 53’’, e di circa 15 minuti su Jonathan Ciavattella, arrivato terzo in 4h 01’ 23’’.
Gli split di Frodeno: nuoto 23’ 36’’; bike 2h 11’ 42’’; corsa 1h 10’ 09’’.

L’oro olimpico di Pechino 2008 e due volte Campione Ironman ha fatto gara solitaria sin da subito, chiarendo la ragione perché da anni è l’assoluta superstar della triplice disciplina.

Nei suoi movimenti e nel suo atteggiamento di gara la consapevolezza della propria forza e un assoluto controllo della situazione, con una concentrazione sempre alta nonostante, per lunghi tratti, specie in bici, si sia trovato “uomo solo al comando”.
Appena giunto al traguardo Frodeno, raggiunto dallo speaker di gara, ha affermato senza alcun dubbio che la frazione in bicicletta qui a Chia “è in assoluto la più bella che io abbia mai corso”. Frodeno ha poi ringraziato gli organizzatori e si è detto felice di aver trovato lungo il percorso gli stessi atleti a sostenerlo.
Anche le acqua di Chia, così simili a quelle delle Hawaii a detta di Jan, “hanno contribuito a rendere questa prova la prima vera tappa di avvicinamento al Campionato Mondiale Ironman del prossimo 14 ottobre, dove cercherò la gara perfetta”.
Più accesa la lotta per il podio con Casadei che ha superato Ciavattella solo nell’ultima frazione di corsa, dopo aver percorso nuoto e bike praticamente accoppiati.

Tra le donne ha trionfato Camilla Pedersen. La danese, pluricampionessa della mezza distanza, ha chiuso la frazione di nuoto in terza posizione per poi rifarsi in bici dove ha rimontato le avversarie senza più guardarsi indietro. Camilla ha chiuso in 4h 23’ 30’’, la seconda classificata è Sara Dossena, atleta tesserata Raschiani Triathlon Pavese, che ha completato la prova in 4h 26’ 07’’. Terza la tedesca Laura Zimmerman (4h 32’ 52’’). Ritirata Martina Dogana, vincitrice qui lo scorso anno, sofferente per un infortunio che la infastidiva da giorni.

Nella prova Sprint maschile successo di Jacopo Butturini (58’ 44’’) davanti al primo sardo al traguardo, Carlo Zucca (1h 03’ 37’’) e a Alessandro Medda, anch’egli sardo (1h 05’ 25’’).
Nella prova sprint femminile la vittoria è andata a Veronica Signorini (1h 09’ 29’’), seconda classificata l’austriaca Alena Schuss (1h 11’ 39’’), terza Giorgia Mura (1h 16’ 44’’).

Il Chia Sardinia Triathlon tornerà l’anno prossimo, il 21 e 22 aprile.

(fonte comunicato società organizzatrice)

chia arrivo donne

chia partenza