Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Bernardi e Barnaby sono i Campioni italiani di Triathlon Medio a Lovere. A Doloteam i Titoli a Squadre

images/2021/Gare_ITALIA/Tricolori_Triathlon_Medio_LOVERE/medium/Podio_arrivo_Tricolori_Lovere_2021_donne.JPG

Marta Bernardi (Trievolution) e Gregory Barnaby (707) vincono il titolo italiano di Triathlon Medio, ospitato per la sesta volta a Lovere (edizioni dal 2015 al 2019).
Bernardi, reduce dalla medaglia di bronzo europea a Walchsee, si conferma Campionessa italiana e veste così per la terza volta la maglia tricolore di specialità dopo i titoli di Fasano 2020 e Lovere 2017. Completano il podio Ilaria Zane (Overcome) seconda e Giorgia Priarone (707) terza.

Barnaby, dopo il 5° posto all’Europeo di Walchsse ed il titolo a San Benedetto nel Duathlon Sprint, vince il suo primo titolo italiano di specialità. Sul podio insieme al nuovo Campione al secondo posto Mattia Ceccarelli (Overcome), terzo tempo per Alessandro Degasperi (Doloteam).

CRONACA

Nella gara femminile è la Zane, con a soli 6” la Bergamini (RivTri92), ad uscire dalla frazione di nuoto in testa. Alle loro spalle, Cristina Ventura (Magma Team) a 50”, ad oltre 1’30 Santimaria (Doloteam) e Giorgia Priarone (707). La Bernardi esce in 10^ posizione con circa 2 minuti di svantaggio. Durante i 90 km di ciclismo l’atleta della Trievolution riesce a recuperare il distacco, entrando in testa in T2 con pochi secondi di vantaggio sulla Zane. Alle loro spalle con un distacco di oltre 4’40” Giorgia Priarone, a 7 minuti Santimaria (Doloteam). Frazione di corsa decisiva per la Bernardi che prende il comando sin dai primi chilometri e arriva in solitaria al traguardo con oltre 4’45” di vantaggio su Ilaria Zane seconda a podio. Terza a circa 5 minuti Giorgia Priarone.

Gara maschile con Gregory Barnaby primo della batteria dei favoriti dopo 1,9 km di nuoto. Alle sue spalle Stefano Rigoni (Run Ran Run), Mattia Ceccarelli (Overcome) ed Alessandro Degasperi (Doloteam). Dopo i 90 km di ciclismo è Mattia Ceccarelli ad effettuare la transizione per primo, a 30” Barnaby, ad oltre 4 minuti Fontana e a 7’ Degasperi. Ultima frazione di corsa con Gregory Barnaby che prende il comando e vince con 2 minuti su Mattia Ceccarelli. Terzo a 7 minuti Alessandro Degasperi autore di una rimonta nella frazione finale su Mattia Fontana che ha chiuso al 4°posto.

Assegnato anche il titolo a squadre assoluto che ha visto la vittoria per la società Doloteam sia nella gara famminile che in quella maschile. Hanno completato il podio tra le donne Magma Team che ha chiuso con il secondo tempo complessivo e Trievolution al terzo posto. Nella classifica maschile alle spalle del Doloteam, secondo posto per il CUS Pro Patria Milano e terzo per Overcome.

CLASSIFICA FEMMINILE

CLASSIFICA MASCHILE

CLASSIFICA CATEGORIE FEMMINILE

CLASSIFICA CATEGORIE MASCHILE

CLASSIFICA A SQUADRE FEMMINILE

CLASSIFICA A SQUADRE MASCHILE

CLASSIFICA TIMING
 

DICHIARAZIONI

Marta Bernardi: “Durante la frazione a nuoto non ho avuto ottime sensazioni, ho provato a tenere su un gruppo di atlete che avevo vicino. Nel ciclismo sono partita abbastanza tranquilla nei primi chilometri poi ho trovato subito la gamba giusta ed ho impostato il mio passo cercando di accumulare un buon vantaggio. Nella corsa sono stata tranquilla, ho bevuto molto per il caldo e sono molto contenta di questa vittoria. Lovere ha un percorso duro che mi piace molto. Questa gara è la ciliegina sulla torta di questa prima parte di stagione, dopo qualche giorno di vacanza andrò in preparazione del finale di stagione di settembre-ottobre.”

Gregory Barnaby: “Primo titolo italiano nella lunga distanza alla prima partecipazione, vista la caduta che fatto lo scorso anno a pochi giorni dalla gara. Lo scorso anno ho preso questa decisione di dedicarmi alle lunghe distanze e sono contentissimo di questo titolo italiano al quinto mezzo a cui partecipo. Ho fatto una gara regolare, cercando di non rifare gli errori che avevo fatto nelle altre gare, oggi invece è andato tutto perfettamente, ho controllato la gara come volevo. Sono veramente contento. Ringrazio tutta la mia società, dal Presidente a tutti quelli che mi supportano”

“Lovere si dimostra sempre una gara interessante per il Campionato Italiano di Medio” – dice Maurizio Zurma (Consigliere Federale) – “Anche con i nuovi percorsi di ciclismo e podismo, si è confermata una gara molto tecnica. Gara che si volge tra sali e scendi e per questo anche la scia è poco efficace sulle prestazioni degli atleti. Percorsi per questo indovinati sia nel ciclismo che nel podismo, anche se in quest’ultimo non si passa più dal centro di Lovere ma i passaggi nelle gallerie danno tregua agli atleti in gara. Buona anche l’affluenza con quasi 700 atleti al via di cui oltre 80 donne. Molto bene, infine, questa giornata di Lovere che è terminata con l’attesa degli ultimi atleti in gara per il tributo meritato

- seguono aggiornamenti - 

 

News Correlata

 Campionati Italiani di Triathlon Medio: le start list di Lovere

Podio Tricolore Triathlon Medio Lovere 2021 uomini

podio maschile premizioni lovere 2021

podio femminile premiazioni lovere 2021

premazioni a squadra uomini lovere 2021

premiazioni a squadra donne lovere 21

IMG 0260 ZC LOVERE21