Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Giochi Olimpici Tokyo 2020: Azzurri pronti ad entrare in zona cambio. Lunedì mattina la prima gara

images/2021/TOKYO_2020/pre_gara/medium/azzurri_villaggio_HP.jpg

Mancano poche ore all’apertura del programma olimpico del triathlon. Con i Giochi di Tokyo 2020 ormai entrati nel vivo con la cerimonia di apertura e l’assegnazione delle prime medaglie a cinque cerchi, si avvia alla conclusione anche il conto alla rovescia per gli Azzurri del triathlon.

Lunedì 26 luglio, alle ore 6:30 locali, le 23:30 di domenica 25 in Italia, scatterà la gara individuale maschile. 51 gli atleti al via tra cui gli azzurri Gianluca Pozzatti (707) e Delian Stateff (G.S. Fiamme Azzurre).

Martedì 27 luglio, alla stessa ora, tocca alle donne (55 atlete al via): a difendere i colori dell’Italia ci saranno Alice Betto (G.S. Fiamme Oro), Angelica Olmo (C.S. Carabinieri) e Verena Steinhauser (G.S. Fiamme Oro).

Un’edizione storica per il triathlon quella dell’Olimpiade giapponese non soltanto per il rinvio di un anno causato dalla pandemia. Per la prima volta, sarà assegnata la medaglia olimpica nella Mixed Relay (18 nazioni al via), la staffetta mista composta da 2 uomini e 2 donne che di disputerà sabato 31 luglio alle ore 7:30 (- 7 ore in Italia) che vedrà al via anche il quartetto italiano.

Per quanto riguarda i percorsi delle gare individuali, la frazione di nuoto (1,5 km) si svolgerà su due giri (950 m + 550 m), quella di ciclismo (40 km) prevede 8 giri da 5 km ciascuno mentre la frazione di corsa (10 km) si snoderà su 4 giri da 2,5 km. Nella Mixed Relay, ogni frazionista percorrerà 0,3 km di nuoto (giro unico), 6,8 km di ciclismo (2 giri da 3,4 km) e 2 km di corsa (2 giri da 1 km).

Il Tricolore sarà rappresentato in tutte e tre le prove del programma con la Federazione Italiana Triathlon che ha ottenuto il record di presenze nella sua storia olimpica (5 atleti).

“Si apre un’edizione storica dei Giochi Olimpici, un’edizione in cui lo sport traccia la via della ripartenza, della speranza, del futuro in cui il Triathlon, per la priva volta, sarà protagonista in tre eventi olimpici - dice Riccardo Giubilei, presidente della Federazione Italiana Triathlon che ha appena raggiunto Tokyo - Per l’Italia del Triathlon è l’inizio di un percorso di crescita e di consapevolezza della propria forza, un percorso che sa di gioco di squadra, di impegno quotidiano e di condivisione di obiettivi. Ora che il braciere olimpico di Tokyo 2020 è acceso si è aperta quest’avventura olimpica, voglio augurare a tutti i nostri atleti di poter onorare al meglio il body azzurro e il Tricolore che hanno sul petto perché sanno che tutta l’Italia del Triathlon farà il tifo per loro”.

 

Carichi e motivati i cinque azzurri, tutti esordienti ai Giochi Olimpici, che prenderanno parte alle prove individuali, i quali hanno già testato i tracciati delle gare a cinque cerchi. Le giornate che precedono le gare sono scandite da allenamenti, prove dei tracciati di gara, tamponi e momenti di riposo al Villaggio Olimpico che dista circa 40 minuti dall’area di gara: gli Azzurri, per adattarsi immediatamente agli orari delle giornate di gara, iniziano le attività intorno alle 5 del mattino e le concludono intorno alle 20.

“Prima di raggiungere il Giappone, i ragazzi hanno svolto un lungo periodo di raduno a Livigno - spiega il Direttore Tecnico Alessandro Bottoni - sono stati tutti insieme e hanno dimostrato di essere una squadra unita e sono tutti pronti per gareggiare al massimo delle loro possibilità. È superfluo dire che è stiamo vivendo un’Olimpiade particolare. Ogni giorno gli atleti si sottopongono al tampone, viviamo nella cosiddetta bolla e sembra che ci sia una sorta di costante stato di allerta, ma tutti stiamo trascorrendo queste ore tra allenamenti sul campo gara, pasti e riposo al Villaggio Olimpico, in piena sicurezza. Ci sono tanti aspetti da gestire, ma gli Azzurri sono sereni e concentrati: sono tutti pronti a dare tutto per onorare la Maglia Azzurra”.

 

“L’atmosfera al Villaggio Olimpico è incredibile, c’è tantissima energia malgrado le restrizioni dettate dal Covid-19 - racconta Gianluca Pozzatti - ci stiamo svegliando decisamente presto per mantenere il ritmo sonno-veglia delle giornate di gara. Fa davvero molto caldo, l’umidità è altissima anche se a tratti c’è un po’ di vento e ci sono gli ultimi allenamenti di rifinitura da svolgere. Ho già testato i tracciati di gara e ora non resta che vivere il clima agonistico di questi Giochi Olimpici”.

“Sono tranquillo e la tensione della gara non è ancora salita - ammette Delian Stateff - Sto vivendo un’esperienza nuova, davvero unica, ed è difficile non farsi travolgere, ma vedo che tutti noi riusciamo ad essere attenti, concentrati e disciplinati: come team, siamo sereni e molto coesi. Abbiamo preparato molto bene le contromisure contro il caldo umido e voglio affrontare la gara al massimo. Ora mettiamo a punti gli ultimi dettagli per arrivare al meglio a queste due gare: mi godrò appena questa mia prima Olimpiade, sicuro che con questo approccio i risultati arriveranno da sé”.

“Sono molto emozionata e ancora non mi rendo davvero conto di essere qui ai Giochi Olimpici - dice Alice Betto - È stupendo vedere riuniti tutti gli atleti più forti al mondo, condividere allenamenti e vita quotidiana. Essere qui oggi, dopo un lunghissimo anno di attesa e speranza, vuol dire non aver mai mollato e poter contare su una ancora più marcata determinazione. Il percorso gara lo conosco bene, avendolo già testato nell’evento test nel 2019: sarà impegnativo sia dal punto di vista tecnico sia per la temperatura esterna, ma lo sarà per tutti non solo per me. Sono qui per affrontare al meglio questa gara, come ho sempre fatto, voglio godermi ogni singolo momento di questa esperienza unica”.

“Sono felicissima di essere qui a Tokyo, è davvero un onore rappresentare l’Italia a questa Olimpiade - dice Angelica Olmo - Sto realizzando un sogno, mi vengono i brividi al pensiero che i Giochi siano stati aperti ufficialmente e che oggi si assegnano le prime medaglie. E tra poco toccherà a me gareggiare. Sono serena felice e cerco di godermi questa esperienza a pieno, ma non vedo l’ora di tuffarmi dal pontone e dare il massimo per onorare la Maglia Azzurra. Farà molto caldo, sarà una gara difficile soprattutto per le condizioni climatiche, ma sono fiduciosa e pronta a dare il massimo”.

“Siamo arrivati da pochi giorni, ma le emozioni olimpiche già sono già alle stelle - dice Verena Steinhauser - Ci siamo già allenati sui tracciati ufficiali per iniziare a respirare le emozioni della gara: il clima è caldo e umido, come ricordavo dal 2019, ma fa caldo per tutti quindi va bene così. Non vedo l’ora di gareggiare e di vivere questa enorme emozione”.


PROGRAMMA GARE
Uomini
, gara individuale: lunedì 26 luglio, ore 6:30 (in Italia, domenica 25 luglio, ore 23:30)
Donne, gara individuale: martedì 27 luglio, ore 6:30 (in Italia, lunedì 26 luglio, ore 23:30)
Mixed Relay, staffetta 2+2: sabato 31 luglio, ore 7:30 (in Italia, ore 0:30)

Gare in diretta su Rai Due (diretta non integrale) e Discovery Plus

 

START LIST - Tutti gli atleti al via

Il percorso delle gare di Tokyo 2020

La pagina del Triathlon sul sito dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020
TRIATHLON - La guida per i media

 

GLI AZZURRI A TOKYO 2020

GIANLUCA POZZATTI
Data di nascita: 22/07/1993
Luogo di nascita: Trento
Altezza: 1,84 m
Peso: 72 Kg
Società: 707 Team
Allenatore: Andrea D’Aquino
Primo allenatore: Alberto Bucci
Prima società sportiva: Cus Trento
Vive a: Pergine (TN)
Pratica Triathlon dal: 2006
Hobby: lettura
Cibo preferito: pizza
Gara del Cuore: Triathlon di Bardolino
Idolo: Jan Frodeno
Sogno nel cassetto: me ne dovrò trovare un altro perché quello che avevo lo sto vivendo
Tokyo 2020 per te è: la realizzazione di un sogno

 

Pozzatti 

DELIAN STATEFF
Data di nascita: 26/03/1994
Luogo di nascita: Roma
Altezza: 1,75 m
Peso: 63 Kg
Società: G.S. Fiamme Azzurre
Allenatore: Alessandro Bottoni
Primo allenatore: Massimiliano Biribò
Prima società sportiva: Minerva Roma
Vive a: Roma
Pratica Triathlon dal: 2006
Hobby: manga e anime
Cibo preferito: polpette al sugo
Gara del cuore: Miyazaki
Idolo: Naruto
Sogno nel cassetto: la medaglia olimpica
Tokyo 2020 per te è: la mia linea di partenza

 

Stateff 

ALICE BETTO
Data di nascita: 10/12/1987
Luogo di nascita: Varese
Altezza: 1,70 m
Peso: 58 kg
Società G.S Fiamme Oro
Allenatore: Alessandro Bottoni
Primo allenatore: Simone Diamantini
Prima società sportiva: Triathlon Novara
Vive a: Roma
Pratica Triathlon dal: 2009
Hobby: Cucina, disegno, lettura, giardinaggio
Altri sport: prima del triathlon, nuoto e danza classica
Cibo preferito: pizza, rigorosamente napoletana
Gara del cuore: World Triathlon Series Leeds 2017
Idolo: Alberto Tomba, mi ricorda le domeniche di infanzia e adolescenza durante le quali si guardava lo sci in tv
Tokyo 2020 per te è: la rappresentazione della resilienza

 

Betto 

ANGELICA OLMO
Data di nascita: 18/06/1996
Luogo di nascita: Pavia
Altezza: 1,68 m
Peso: 56 kg
Società C.S. Carabinieri
Allenatore: Fabio Rastelli
Primo allenatore: Luigi Zanlungo
Prima società sportiva: Pianeta Acqua
Vive a: Zenevredo
Pratica Triathlon dal: 2007
Hobby: leggere, ascoltare la musica, lavorare a maglia, dipingere
Cibo preferito: sono troppi!
Gara del cuore: World Cup New Plymouth
Idolo: Martin Fourcade
Sogno nel cassetto: aprire un bar per ciclisti vicino al mare
Tokyo 2020 per te è: un sogno che si realizza e il mio primo grande obiettivo sportivo

 

Olmo 

VERENA STEINHAUSER
Data di nascita: 14/10/1994
Luogo di nascita: Bressanone (BZ)
Altezza: 1,60 m
Peso: 50 Kg
Società: G.S. Fiamme Oro
Allenatore: Simone Mantolini
Primo allenatore: Manuela Ianesi
Prima società sportiva: Bressanone Nuoto
Vive a: Montesilvano
Pratica Triathlon dal: 2006
Hobby: leggere
Cibo preferito: pizza
Gara del cuore: Lisbona
Idolo: non ne ho
Sogno nel cassetto: a dire il vero, sono felice così
Tokyo 2020 per te è: un sogno che si avvera

 

Steininhauser 

Staff tecnico:
Alessandro Bottoni (Direttore Tecnico)
Simone Mantolini (Tecnico)
Fabio Rastelli (Tecnico)

 

 

L'ITALIA DEL TRIATHLON AI GIOCHI OLIMPICI

Sydney 2000
Uomini: 32. Alessandro Bottoni
Donne: 20. Silvia Geminiani, 27. Edith Cigana

Atene 2004
Uomini: 28. Daniel Fontana
Donne: 5. Nadia Cortassa, 15. Beatrice Lanza, 21. Silvia Geminiani

Pechino 2008
Uomini: 33. Daniel Fontana, 40. Emilio D’Aquino
Donne: 44. Charlotte Bonin (Daniela Chmet DNF)

Londra 2012
Uomini: 10. Alessandro Fabian, 29. Davide Uccellari
Donne: 46. Anna Maria Mazzetti

Rio 2016
Uomini: 14. Alessandro Fabian, 34. Davide Uccellari
Donne: 17. Charlotte Bonin, 29. Anna Maria Mazzetti

 

Notizie correlate:
Azzurri in volo verso Tokyo. Lunedì si apre il programma del triathlon ai Giochi Olimpici
Giochi Olimpici Tokyo 2020: gli Azzurri convocati