Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Sarzilla vince il titolo di Triathlon Sprint a Cervia, Pozzatti e Crociani completano il podio

images/2021/Gare_ITALIA/Tricolori_Triathlon_Sprint_CERVIA/uomini/medium/BallabioFITRI_CI_M-0335.jpg

Michele Sarzilla (DDS/7MP) è il nuovo campione italiano di Triathlon Sprint. L'atleta azzurro della DDS reduce dall'8° posto nell'Eurpeo di Triathlon su distanza olimpica a Valencia, vince la maglia tricolore per la prima volta nella distanza sprint di 750 m di nuoto, 20 km di ciclismo e 5 km di corsa. L'atleta della DDS è riuscito con un ottima frazione di nuoto e con il suo punto di forza, la frazione di finale di corsa, ad imporsi sul bicampione in carica Gianluca Pozzatti (707) e sul giovane Alessio Crociani (Fiamme Azzurre) che ha conquistato per la prima volta il titolo Under 23. I tre atleti hanno entusiasmato il pubblico in una gara dall'alto valore tecnico con alla partenza tutti i principali protagonisti del triathlon italiano.

Nella categoria Under 23 alle spalle di Crociani, secondo posto per l'atleta della Minerva Roma Alessandro De Angelis e terzo l'atleta del Raschiani Triathlon Team Nicolò Strada.


CLASSIFICA ASSOLUTA

CLASSIFICA UNDER 23

CRONACA

Spettacolare linea di partenza sulla spiaggia del Fantini Club di Cervia, tutti i migliori interpreti italiani della multidisciplina in gara per questo titolo sprint 2021. Allo start forza subito il giovane atleta delle Fiamme Azzurre Alessio Crociani trainando il due volte campione italiano Gianluca Pozzatti a pochi secondi. Tengono il ritmo Nicola Azzano (C.S. Carabinieri), Nicolò Strada (Raschiani Triathlon Team), Delian Stateff (Fiamme Azzurre), Michele Bortolamedi (K3 Cremona), Alessandro De Angelis (Minerva Roma) e Michele Sarzilla che si difende nella sua frazione più debole. La lunga transizione per la T1 vede Crociani in testa con 10’’ su Pozzatti, risalgono Azzano e Sarzilla a soli 13’’ con tutti i migliori della frazione nuoto subito dietro a circa 18’’. Alessandro Fabian esce a 24’’ da Crociani e cambia in 9° posizione. In testa al primo dei tre giri si forma un gruppo di 8 atleti con Stateff, Bortolamendi, Crociani, Azzano, Sarzilla, Strada, De Angelis  e Pozzatti che può contare di circa 30’’ di vantaggio dal secondo gruppo composto da una ventina di atleti tra cui Fabian, Molinari, Uccellari, Barnaby e Polikarpenko. Il distacco aumenta e al secondo cambio in T2 diventa di oltre 40’’. Cambio velocissimo per Stateff, Crociani e Azzano che provano subito a forzare ma i compagni di fuga reagiscono alla prova di forza. Nel primo dei due giri dettano il ritmo Sarzilla, Pozzatti, Stateff e Crociani, perdono leggermente terreno De Angelis, Azzano e Strada. Scivola più indietro Bortolamedi. Ultimo giro con allungo di Michele Sarzilla che detta la legge del più veloce nella corsa. Tengono solo Pozzatti che chiude a pochi secondi in seconda posizione e Crociani che chiude in terza piazza e vince il titolo Under 23. Top ten con 4° posto per Stateff, 5° Azzano, 6° De Angelis (2° Under23), 7° Strada (3° Under 23), 8° Barnaby (707), 9° Polikarpenko e 10° Bortolamedi.

 

DICHIARAZIONI

MICHELE SARZILLA: “Primo titolo italiano sulla distanza sprint per me e sono veramente contento. Sapevo di essere competitivo sulla distanza olimpica ma avevo qualche dubbio su questa distanza sprint. Qui con tutti i migliori al via è stata davvero dura. Sapevo che la gara si sarebbe decisa subito con il nuoto e sono riuscita a fare una frazione al di sopra delle aspettative uscendo con i primi. Superata la prima frazione potevo giocarmela con i migliori. Siamo andati via in bici, eravamo un gruppo di otto atleti, abbiamo collaborato bene e aumentato il vantaggio. Nella corsa ho gareggiato con più tattica, mi sono basato meno sull’istinto come spesso mi capita di fare come per esempio a Caorle.  Sono stato coperto nel primo giro ed ho aperto il gas negli ultimi due chilometri e mezzo cercando di andare via ed evitando la volata finale difficile da vincere. Sono riuscito a guadagnare qualche metro, non sentivo più il respiro di Alessio e Gianluca, avevo 20 metri di vantaggio che ho gestito guardandomi sempre alle spalle. Ora è il momento di festeggiare. Ringrazio la Federazione, la mia squadra, i miei compagni, a Cervia ho centrato il mio secondo titolo dopo quello di olimpico nel 2019, sicuramente mi porta fortuna e spero che si facciano ancora tante gare qui.”

GIANLUCA POZZATTI“Gara tirata dall’inizio. Dopo un nuoto a tutta siamo riusciti ad andare via in otto e c’è stata da subito una buona collaborazione nei 20 km di ciclismo. Al cambio abbiamo guadagnato circa 1 minuto di vantaggio sugli inseguitori e ce la siamo giocata noi otto negli ultimi 5 km. Siamo partiti con un ritmo molto forte da subito, dopo siamo andati più a strappi e un po’ alla volta Michele ci ha lasciati uno ad uno. Ho cercato di resistere ma alla fine mi ha preso qualche metro con un allungo decisivo e non sono più riuscito a rientrare. Bravissimo Michele che è riuscito a vincere, ho cercato di difendere il titolo ma non ci sono riuscito. Sono comunque soddisfatto è il 4° anno che salgo sul podio tricolore dello sprint Bravi ai ragazzi della fuga, abbiamo fatto una bella gara e bravo a Michele nuovo campione italiano.”

ALESSIO CROCIANI: “Sono molto contento di questo terzo posto assoluto, venivo da due anni con podi consecutivi agli italiani ed avevo ambizioni per questa gara. Sapendo che partecipavano tanti élite è venuta fuori una gara molto competitiva. Ho fatto un buon nuoto cercando di fare selezione, ho cercato di sfruttare il mio punto di forza, mi sono trovato da solo in T1, ho provato ad allungare cercando qualcuno che mi seguisse ma non è stato così. Allora ho rallentato e siamo andati via assieme in 8 guadagnando un ottimo gap. Abbiamo così fatto la nostra gara e ci siamo giocati la gara e ha vinto il migliore. Sono contento di aver vinto questo titolo Under 23, un titolo molto prestigioso tra noi giovani ma onestamente preferisco il terzo posto assoluto”.

 

- seguono aggiornamenti - 

 

BallabioFITRI CI M 0484

BallabioFITRI CI M 174621

Podio Assoluto

BallabioFITRI CI M 0462

BallabioFITRI CI M 174330

Podio Under 23

 

 

Foto FITRI / Media Tiziano Ballabio 

 

 

News correlata 

Alice Betto è la nuova campionessa italiana di Triathlon Sprint. Seconda Carlotta Missaglia e terza Beatrice Mallozzi

Tricolori Triathlon Sprint: tutto pronto a Cervia. In palio anche il titolo Mixed Relay, domenica c’è la Coppa Crono