Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

buone notizie per i Tecnici Pugliesi

Si sono svolti a Roma, lo scorso week end, gli esami dei corsi svolti in autunno relativi al ruolo di allenatore e di tecnico specialista del settore giovanile, quest'ultimo corso alla prima edizione, fortemente voluto dal settore tecnico per qualificare tecnici in un settore dove è necessario un forte investimento per migliorare il livello è adeguarsi ai parametri europei del settore.


Come riportato dal sito federale sono stati abilitati 22 nuovi tecnici di cui tre pugliesi.


Stefano De Razza Planelli ha superato l'esame per allenatori con una brillante relazione sulle transizioni trattate con uno studio pratico attuato nei mesi invernali.


Domenico Ruggieri e Vito Marzulli hanno superato l'esame per tecnici specialisti del settore giovanile, il primo con una relazione su un caso specifico riguardante la tecnica della corsa, ed il secondo con uno studio sperimentale sulla tecnica del nuoto.


I tre tecnici hanno poi affrontato la prova orale con domande specifiche e prevalentemente basate sulla pratica da campo.


Il comitato fa i complimenti ai tecnici anche nella speranza che siano da stimolo ad altri tecnici ad ambire al progresso delle conoscenze e di motivazione ad ulteriore impegno sul campo per il progresso del triathlon nel territorio.


Ulteriore motivo di orgoglio per la nostra regione è la scelta da parte del Settore Tecnico di convocare mimmo Mimmo Ruggieri, insieme al tecnico Genevieve Church, come responsabili della nazionale juniores che parteciperà ai Campionati Europei di categoria di duathlon in programma dal 24 al 27 aprile ad Alcobendas, nei pressi di Madrid, in Spagna.


Questa serie di ottimi risultati ci da la conferma del buon lavoro che si sta svolgendo nelle nostre regioni e che nella nostra federazione i meriti sono premiati e che sono sempre possibili, a fronte di impegno meritorio, gratificazioni altrove improbabili.