Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Squadre Nazionali Giovanili: attività, partecipazione a gare internazionali e Giochi Olimpici Giovanili, ne parla il DT del settore Alessandro Bottoni

Conclusa la stagione 2013 delle squadre nazionali giovanili, si guarda già agli obiettivi del nuovo anno, che vedono anche nell'appuntamento olimpico giovanile di Nanijng in agosto, uno dei momenti agonistici più significativi del percorso programmatico. Rivolgiamo alcune domande al DT Giovani, Alessandro Bottoni, su quali saranno le gare più importanti del 2014, le modalità di coinvolgimento degli atleti e gli obiettivi a lungo termine

 
.
 
 
Quali sono i primi riscontri dalla stagione appena conclusa?
L’attività delle Squadre Nazionali Giovanili è l’area del Settore Giovanile che più facilmente può essere oggetto di valutazione per i risultati, che a volte sono usati erroneamente come misura a breve termine della qualità del sistema di lavoro con i giovani. Premesso che questa operazione a mio avviso ha senso soprattutto per le categorie U23 e come valutazione di un sistema a medio termine, i risultati agonistici internazionali del 2013 sono stati per i Giovani in linea con quelli degli ultimi anni, nel senso che, come in passato, i risultati di prestigio sono arrivati da elementi cresciuti in contesti virtuosi non direttamente prodotti dal lavoro sistematico e strutturato del Settore Giovanile. Questo ci posiziona ancora ad una certa distanza da paesi come la Gran Bretagna dove i risultati fatti con i Giovani e soprattutto quelli nelle categorie U23 sono frutto invece dell’imponenza e della qualità del sistema di lavoro.
 
Sono stati raggiunti gli obiettivi prefissati?
Uno degli obiettivi principali del Settore Giovanile rispetto alla attività di alto livello della Federazione non è quello di fare risultati giovanili ma quello di consegnare alle categorie U23 il maggior numero possibile di giovani in grado di continuare un percorso di crescita verso l’alta qualificazione. Per raggiungere questo obiettivo è necessario innalzare la qualità del processo di crescita a lungo termine proposto ai nostri giovani. Questo si raggiunge incrementando l’attività di allenamento qualificata, ma è necessario anche avere un sistema che consenta ad un adeguato numero di atleti di confrontarsi in esperienze formative internazionali.  Nel 2013 si sono poste le basi per un sistema di lavoro più strutturato ed ampio sulle Squadre Nazionali Giovanili. Tutti i giovani nella fascia di interesse, che contiene attualmente 57 uomini e 59 donne dai 13 ai 18 anni, vengono monitorati nella loro attività quotidiana grazie al lavoro di tutto lo staff, che lavora in modo appassionato sugli obiettivi comuni. Inoltre utilizzando un sistema di rimborsi è stato possibile, spendendo come negli anni precedenti, coinvolgere i giovani in ben 71 diverse partecipazioni in gare qualificate (Coppa Europa Junior, Campionati Europei e Mondiali). In queste gare hanno fatto preziose esperienze formative, non ancora possibili in Italia, quegli atleti dai quali attendiamo una crescita importante nei prossimi anni. Consapevoli che le gare con le Squadre Nazionali, in modo particolare europei e mondiali, dovrebbero essere svolte solo da atleti in grado di competere ad un certo livello, riteniamo che quanto fatto sia stato un passaggio importante per creare un sistema di lavoro, che deve essere realizzato anche prima di avere un numero sufficiente di atleti qualificati ad utilizzarlo. Crediamo che il sistema, se pure con i necessari aggiustamenti, sia valido e riproponibile nei prossimi anni.
 
E le differenze rispetto ai paesi di riferimento?
Riguardo la possibilità di avere atleti in grado di intraprendere un percorso verso l’alto livello, la differenza più significativa rispetto ai paesi di primo livello come la Gran Bretagna non è solo nei numeri ma è rappresentata soprattutto dal basso livello di qualificazione medio degli atleti riscontrato nelle gare italiane giovanili. A tal proposito nel 2014 verranno introdotte delle modifiche con l’obiettivo di elevare il livello dell’attività di gara nazionale e rendere disponibili risorse per qualificare l’attività territoriale, come sarà descritto nel Programma Attività Giovanile che uscirà nei prossimi giorni. Per il 2015 invece, una volta avviate le modifiche strutturali, si agirà anche sulla proposta metodologica, seguendo quanto già fatto nel settore U23 ed Elite. Il programma, che sarà sviluppato insieme al DT Miglio e con il prezioso supporto del Prof. Endrizzi, è quello di fornire dettagliate linee guida di lavoro per le varie fasce di età ad uso dei tecnici giovanili, gli stessi che fin dal 2013, partendo dai tecnici dei potenziali talenti, si sta procedendo a formare, con l’auspicio di farli diventare riferimenti sempre più importanti per il movimento nel territorio.
 
Quali sono i programmi delle Squadre Nazionali Giovanili per il 2014?
Le Squadre Nazionali Giovanili (SNG) sono la piattaforma tramite la quale i migliori giovani e i potenziali talenti vengono selezionati per rappresentare l’Italia nelle competizioni internazionali nelle varie discipline del Triathlon. La stagione 2014 dà inizio al periodo di qualificazione olimpica di Rio 2016, mentre per molti potenziali talenti le programmazioni pluriennali saranno rivolte alle olimpiadi del 2020. Nel percorso verso le Olimpiadi del 2020 ci saranno delle tappe fondamentali che quest’anno sono rappresentate soprattutto dai Giochi Olimpici Giovanili di Nanjing 2014 e dalle competizioni internazionali più importanti rivolte ai giovani e ai futuri U23. Il criterio generale è quello di far partecipare agli eventi internazionali principali come i campionati mondiali ed europei quei giovani in grado di competere per un risultato di prestigio per l’Italia, mentre ad altre competizioni internazionali, ritenute qualificate e importanti come tappa formativa, parteciperanno un gruppo più ampio di atleti potenziali talenti inseriti in una definita fascia di interesse. Quest’anno la sede facilmente raggiungibile dei Campionati Europei Juniores (Austria) potrebbe permettere anche una rappresentativa più ampia del previsto. Il calendario di interesse per le Squadre Nazionali Giovanili è riportato nel programma SNG 2014 in allegato, insieme alle norme generali che verranno seguite per la selezione delle rappresentative.
 
 
Quali saranno i criteri di selezione per le gare più importanti?
Nel programma SNG 2014 sono evidenziati nel dettaglio i criteri di selezione che sono basati sulla osservazione degli atleti nei raduni e nelle gare segnalate. Particolare importanza avranno anche i tempi realizzati nelle discipline di nuoto e corsa sulle distanze di interesse, da inviare attraverso i moduli delle Prestazioni Standard Nazionali (PSN). In particolare per le competizioni più importanti sono indicati i tempi minimi da realizzare.
 
E per i Giochi Olimpici Giovanili?
Per i Giochi Olimpici Giovanili, che si disputeranno dal 16 al 28 Agosto a Nanjing, è prevista dall’ITU un'unica prova di selezione sulla distanza sprint, che si disputerà il 16 Maggio a Weert (Olanda). In quella sede le nazioni europee (l’ETU conta 47 diverse Federazioni) si contenderanno gli 11 posti disponibili per genere. Attraverso questo sistema una nazione può qualificare al massimo un uomo e una donna. L’eventuale posto ottenuto è a favore della nazione e nel nostro caso la scelta avverrebbe a discrezione del DTG che esporrà eventuali criteri di selezione per la prova olimpica. Anche se il nostro obiettivo è quello di conquistare entrambe le carte olimpiche disponibili, la selezione in un'unica prova può riservare insidie e rischi per ognuno dei paesi europei.  
 
Quindi vengono mantenute le ampie possibilità di coinvolgimento della scorsa stagione?
Verranno mantenute per le prove di Coppa Europa Junior e incrementate grazie alla possibilità per i migliori giovani di confrontarsi con atleti più evoluti anche nei circuiti nazionali che sta strutturando la Federazione. Le Junior Cup rappresentano una tappa formativa importante per la crescita a lungo termine dei giovani atleti, un momento di confronto essenziale con gli atleti stranieri, il primo contatto con le gare internazionali ITU e le prime occasioni di inserirsi nei ranking internazionali. Mentre per le gare nazionali assolute più qualificate, ci si aspetta che l’opportunità di gareggiare in Italia a un livello adeguato venga colta da tutti i giovani che hanno ambizione di crescere verso l’alto livello. 
 
Come possono i giovani interessati partecipare alle prove di Coppa Europa?
Oltre agli atleti convocati direttamente dal DTG, possono richiedere di partecipare alle prove di Coppa Europa tutti gli atleti interessati. E’ importante rendere noto al DTG la volontà di partecipazione alla competizione, inviando le richieste di partecipazione via mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e per c.c. a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., almeno 45 giorni prima la data dell’evento, corredate anche dalla copia del certificato medico valido per la stagione in corso, secondo le procedure descritte nel Programma SNG 2014.
In ogni caso è necessario comunicare appena possibile eventuali richieste di cancellazione, secondo le procedure descritte nel suddetto documento, in modo da evitare possibili sanzioni alla Fitri e permettere le procedure di sostituzione degli atleti con quelli posti in wait list .
Per favorire la partecipazione alle prove di Coppa Europa si è reso disponibile un fondo economico, da adoperare per fornire un rimborso spese ad una rosa ampia di atleti di interesse nazionale che faranno richiesta di gareggiare a spese personali o della Società, nell’ambito di una programmazione condivisa con il DTG. La programmazione delle gare 2014, evidenziando quelle per le quali si chiede il rimborso, deve pervenire entro e non oltre il 10/2/2014 e inviate via mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e per c.c. a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
 
Quale sarà l’attività di raduno per il 2014?
Nel 2013 sono stati coinvolti in raduno più del doppio dei giovani coinvolti nell’anno precedente attraverso varie fasi di coinvolgimento rappresentate dai raduni territoriali open (236 giovani), quelli interregionali su convocazione (56 atleti), i training camp e quelli nazionali (90 presenze). Prerogativa dei raduni del 2013 è stata la partecipazione dei tecnici degli atleti che nei raduni nazionali sono stati tutti convocati per partecipare ad un’intensa attività formativa, in linea con l’importanza che attribuiamo al ruolo dal tecnico che segue a livello periferico il potenziale talento.  L’attività di raduno sarà ulteriormente potenziata rispetto al 2013 e nel documento SNG 2014 è descritto il programma dettagliato, con 15 raduni interregionali e nazionali su convocazione, a cui si aggiungeranno quelli territoriali open e le riunioni organizzate territorialmente per le attività di allenamento collettive e le prove tempi per il sistema PSN.
 
Come verranno selezionati gli atleti da coinvolgere nei raduni e nelle attività delle SNG per il 2014 e 2015?
Verrà osservata innanzitutto l’attività di allenamento quotidiana e quella nei raduni territoriali e nazionali, attraverso il lavoro di tutto lo staff del Settore Giovanile. Le gare di riferimento saranno, oltre a quelle internazionali, i campionati italiani giovanili e soprattutto le prove nazionali nelle quali i giovani possono confrontarsi con gli atleti più evoluti, come i campionati assoluti sulle distanze ammesse per i giovani e le prove del Grand Prix. Ogni giovane che ha ambizione di essere inserito nella fascia di interesse ha poi la possibilità di mettersi in evidenza attraverso la partecipazione libera ai raduni territoriali open e mediante una richiesta diretta alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con allegato il modulo PSN - Youth/Junior compilato, disponibile sul sito federale nella sezione Giovani/Entra nel Team.
L’attività delle Squadre Nazionali Giovanili procede comunque in modo integrato con i programmi del Progetto Talento e dell’Attività Giovanile Nazionale che saranno esposti a breve sul sito.
 
Programma Squadre Nazionali Giovanili 2014





Foto Tamburri