Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Pozzatti bis: è campione italiano di Triathlon sprint davanti a Crociani e Sarzilla

images/2020/Gare_ITALIA/Tricolori_Triathlon_Sprint_Lignano/medium/Ballabio_Lignano20-4131.jpg
Campionati Italiani

Gianluca Pozzatti (707) dopo il titolo italiano conquistato lo scorso anno, sempre a Lignano, si conferma campione italiano di Triathlon Sprint con una gara solida e aggressiva dal principio alla fine. 750 metri di nuoto, 20 km di ciclismo e 5 km di corsa che hanno visto il testa a testa a distanza con il giovanissimo atleta fresco Campione Italiano di Triathlon Junior 2020 a Lovadina e di Aquathlon a Recco  Alessio Crociani (TTR). Alla fine il cronometro ha decretato che sono stati 15 i secondi a premiare Pozzatti (51:52) su Crociani (52:07).  

Alle loro spalle sale sul terzo gradino del podio tricolore Michele Sarzilla (DDS), 20° nell'ultima tappa di World Cup di Karlovy Vary, con il tempo di 52:36. Al 4° posto, il neo campione italiano di Triathlon Sprint Under 23 Nicolò Strada (Raschiani Triathlon Pavese) che con 52:47 ha preceduto Gregory Barnaby (707) 5° classificato in 53:01. Jacopo Butturini (CUS Verona), Giulio Molinari e l'Under 23 Nicola Azzano (C.S. Carabinieri), Davide Uccellari (Fiamme Azzurre) e Mattia Ceccarelli (Overcome) completano la top ten.

Nella categoria Under 23 alle spalle dell'atleta della Raschiani Triathlon Pavese Nicolò Strada e dell'atleta dei Carabinieri Nicola Azzano (53:16) conquista la medaglia di bronzo Riccardo Brighi del CUS Parma in 54:00. Al 4° posto Nicolò Ragazzo della The Hurricane (54:19), al 5° Davide Ingrillì (54:23 - Raschiani Triathlon Pavese) e 6° Federico Spinazzè (54:52 - Silca Ultralite).

Con la definizione delle due classifiche, femminile e maschile, nell'evento di Lignano sono stati assegnati anche i titoli a squadre con la formula della somma dei tempi dei primi 2 atleti maschi e 2 atlete donne della classifica individuale. La nuova società Campione d'Italia di specialità è la 707 con il team (Giorgia Priarone, Gianluca Pozzatti, Gregory Barnaby e Lilli Gelmini) che ha preceduto il team DDS formato da Michele Sarzilla, Alessia Orla, Luisa Iogna Prat e Stefano Micotti; sul terzo gradino del podio la Minerva Roma con Myral Greco, Costanza Arpinelli, Alessandro De Angelis e Francesco Gazzina.

 

CLASSIFICA CAMPIONATO ITALIANO ASSOLUTO

CLASSIFICA CAMPIONATO ITALIANO UNDER 23

CLASSIFICA CAMPIONATO ITALIANO SQUADRE

 

LE DICHIARAZIONI 

Gianluca POZZATTI: “È stata dura, un avvicinamento travagliato, ho voluto fortemente questa vittoria e sono riuscito a confermarmi campione italiano di triathlon sprint. Chi mi è stato vicino sa quanto è stato difficile questo ultimo mese, ripeto l’ho voluto fortemente questo titolo, ho stretto i denti e sono veramente contento. Questa maglia ripaga di tutta questa stagione particolare con rulli indoor e poche gare. Format anomalo e poca strategia, sapevo di dover nuotare forte, il riferimento degli atleti avanti aiuta ma è difficile conoscere l’andamento della gara. In bici ho spinto al massimo sapendo che la frazione di ciclismo poteva essere decisiva. L’ultima frazione ero stanco ma ho stretto i denti. Format difficile, pochi riferimenti, tanti suggerimenti dal pubblico e poca certezza, bisogna solo spingere. Mancano ancora alcune gare alla chiusura della stagione, sono in programma ancora una coppa del mondo, forse due e altre gare, si può dire che la stagione inizia ora.  Speriamo che si riesca a gareggiare e che tutto vada per il meglio, sono molto motivato per questo inizio-fine di stagione. Felice di vestire questa maglia del titolo individuale e felice anche per il titolo a squadre del mio team che mi supporta sempre molto. Porterò queste maglie con onore.”

Alessio CROCIANI: "Oggi è andata molto bene, più di quello che mi aspettavo, c'erano molti atleti forti. Ho fatto un nuoto a tutta e sono uscito con Degasperi e Sarzilla, ho avuto uno stimolo in più per andare forte in bici. Dopo T2 avevo come punto di riferimento Michele Sarzilla che corre molto forte e vederlo a distanza mi ha aiutato per spingere al massimo. In gara con questo format è molto difficile capire la tua posizione, ho pensato solo a fare il miglior tempo possibile, sapevo di esser andato bene e sono contento per questo risultato e di questa medaglia dopo i titoli di Triathlon Junior a Lovadina e di Aquathlon a Recco. Questo format mi piace, credo di essere un buon cronoman ma onestamente preferisco il solito triathlon con le gare in linea."

Michele SARZILLA: "Solo ora sto capendo che ho conquistato la medaglia di bronzo, è veramente difficile capire come stai andando in gara, è tutto incerto fino all'ultimo con questo format. E' stato bello essere qui dopo tutto quello che è successo in questa stagione, anche se con un format diverso. E' stato molto divertente. Tutte le carte si sono mescolate. Per quanto riguarda la mia gara sono molto contento della frazione di corsa, dove sono andato veramente forte. In bici avevo il riferimento a distanza di Degasperi che mi precedeva e sono andato forte anche lì. Sono contento, a questa gioia si somma quella di due settimane fa nella gara internazionale di Karlovy Vary dove sono andato bene. Avevo tante aspettative per questo 2020 e il lockdown mi ha un po' visto tagliato fuori come tutti, ora abbiamo ripreso e sono felice che sto dimostrando in gara il mio valore come volevo. Sono contentissimo. Guardiamo avanti verso i prossimi appuntamenti con la Wolrd Cup di Arzachena e il titolo italiano di olimpico sempre in questo formato a cui tutti ci stiamo abituando. Mi piace questo fomat sono migliorato rispetto alla posizione del 2019 e mi piace il no draft"

“Il weekend ci ha regalato due bellissime gare che hanno incoronato due campioni come italiani della qualità di Angelica Olmo e Gianluca Pozzatti, che sia riconfermato - dice Luigi Bianchi, presidente della Federazione Italiana Triathlon - Questa formula a cronometro ha superato l’esame dando un’ulteriore spinta ad un evento già molto interessante per l’elevato tasso tecnico dei partenti e la grande partecipazione da parte di tutto il movimento italiano. Ho svolto un grande lavoro con il Consiglio Federale per far si che la nostra Federazione fosse tra le prime a ripartire e in questa giornata, dopo aver festeggiato i giovani campioni italiani a Lovadina di Spresiano a inizio settembre, abbiamo riportato tantissimi triatleti, dagli élite agli Age Group, a riassaporare il campo gara in un evento che assegnava un titolo italiano prestigioso. Concludo facendo i complimenti a tutti gli atleti che hanno avuto tanta pazienza in questo periodo, hanno continuato ad allenarsi e si sono fatti trovare pronti a questo appuntamento. Complimenti a tutti per la vostra resilienza e per il grande rispetto che avete mostrato nel rimettervi in gioco e nel rispettare in maniera attenta e disciplinata i dettami del protocollo federale anti Covid-19”.

- seguono aggiornamenti - 

 

news correlata

Angelica Olmo domina i Tricolori di Lignano, suo il titolo di Triathlon Sprint davanti a Iogna Prat e Spimi

 

Ballabio Lignano20 4392

Ballabio Lignano20 4401

 

Ballabio Lignano20 4420

Ballabio Lignano20 4397