Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Il resoconto del Duathlon di Cortona

Si è svolto con successo il Duathlon di Cortona domenica scorsa 14 dicembre. Gara disputata nel Centro storico che ha segnato il passaggio alla nuova stagione agonistica: è stata infatti la prima gara del Comitato Regionale della Federazione Italiana Triathlon che assegnava punteggio per la Coppa Toscana 2015.
Un’anteprima atipica rispetto alle classiche di calendario, con un percorso interamente in quota collinare (fra i 470 ed i 544 metri di altitudine) e numerosi passaggi panoramici, primo fratutti l’inconsueta Zona Cambio/Arrivo situata lungo la terrazza di Piazza Garibaldi, belvedere che domina la Valdichiana e scopre il Lago Trasimeno.
Soddisfazione per la riuscita della manifestazione da parte dell’organizzazione Vis Cortona Triathlon: non poteva essere così visto l’esempio lasciato da Don Antonio Mencarini, cui era dedicata la manifestazione in ricordo della sua vita rivolta all’impegno sociale.
La partenza, comune per tutti, ha visto, nella prima frazione podistica di 3 km, il formarsi di un gruppetto di 10 uomini che si sono presentati alla zona cambio in una manciata di secondi; la situazione si è delineata, almeno per la prima posizione, nel percorso Bike, dove a prender il comando è stato Andrea Bartemucci – Vis Cortona che è giunto in seconda zona cambio con un rassicurante vantaggio, mantenuto sino alla vittoria giunta dopo un ultimo giro run di 1,5 km; dietro di lui, a 3’ di distacco, si è scatenata la bagarre per il secondo posto fra Falaschi Patrizio, forte M1 dell’Atletica Avis Triathlon Alto Tevere e la promessa Trabalza Alessio, Youth B della Vis Cortona; l’ha spuntata d’esperienza Falaschi che in volata ha bruciato il giovane Trabalza.  In campo femminile, le posizioni son state molto più delineate ed a vincere è stata Anna Tommasini del Circolo Canottieri Piediluco con un tempo di 1 h9’ e 11’’, alle sue spalle è giunta Barbara Baracchi alla sua prima esperienza nella multi disciplina e terza altra giovanissima Youth B Garzia Marta della Phisio Sport Lab Tri.
Alla gara hanno partecipato anche 3 staffette che sono giunte nell’ordine: 1° Monacchini (Runner) /Bianchi (Biker); 2° Veri (R) / Cozzi (B); 3° Lucarelli (R) / Ceccarelli (B).