Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Mallozzi-Arpinelli: clamorosa doppietta italiana ai Mondiali junior di Losanna

Sventola il Tricolore, anzi sventolano due Tricolori sull'arrivo del Mondiale junior di Losanna. Beatrice Mallozzi (G.S. Fiamme Azzurre) conquista il titolo iridato di categoria davanti alla compagna di nazionale e di allenamenti Costanza Arpinelli (Minerva Roma) al termine di una esaltante gara su distanza sprint che ha visto le due azzurre, protagoniste dall'inizio alla fine, realizzare una storica doppietta. Sempre nel gruppo di testa, Beatrice e Costanza hanno prima preso il comando delle operazioni nella corsa e poi compiuto l'impresa, sgretolando le inseguitrici e arrivando a giocarsi nella lunga volata la medaglia più preziosa. Sul terzo gradino del podio sale la francese Jessica Fullagar.

Nella gara maschile, è il Portogallo a trionfare con Ricardo Batista; piazza d'onore per Lorcan Redmont (Aus), terzo posto per lo spagnolo Sergio Baxter Cabrera. Mondiale decisamente positivo per Alessio Crociani (Triathlon Team Riccione), l'unico azzurro al via: il romagnolo, capace di essere protagonista assoluto della gara con una grande prima frazione e con grinta a caparbietà nel finale, centra un ottimo ottavo posto (secondo atleta del 2001 al traguardo) al debutto iridato centrando l'obiettivo prefissato alla vigilia. 

 

LA CRONACA

Donne - Gara su distanza sprint ad alta tensione dopo la falsa partenza che ha costretto le atlete a tornare al pontone di partenza e prepararsi al secondo start in pochi minuti. Mallozzi, dopo una partenza non brillantissima, riesce a rimanere agganciata al gruppo di testa anche in virtù di una prima transizione rapidissima ed efficace. Nella pancia del lungo serpentone anche Arpinelli, autrice di una buona prima frazione che esce leggermente più indietro ma comunque nel vivo della gara. Beatrice inizia a pedalare con le migliori e Costanza si inserisce nel drappello delle immediate inseguitrici nel corso dei primi chilometri della frazione ciclistica, ma, al termine del primo giro, avviene già il ricongiungimento: le due Azzurre sono così nel gruppo delle 19 leader della gara. Il percorso esigente e tecnico compie selezione anche tra le migliori e nell’ultima fase della bici rimangono soltanto in 15 al comando. Secondo cambio rapidissimo con le contendenti alle medaglie che escono dalla zona cambio in lunga fila indiana. Dopo il primo giro di corsa, la gara si spacca letteralmente e le due Azzurre si ritagliano un ruolo da assolute protagoniste: Mallozzi e Arpinelli sono in lotta per il titolo con francese Fullagar e la neozelandese Knighton. Sembra la giornata giusta con Beatrice e Costanza letteralmente scatenate tanto da staccare la neozelandese. All’ultimo chilometro ci prova la Mallozzi ad allungare compiendo quella che risulterà l’azione decisiva: Beatrice vola verso l’oro mentre Costanza Arpinelli si prende un meraviglioso argento davanti alla transalpina Fullagar. 

Uomini - Anche nella prova maschile, l’azzurro si nota subito. Alessio Crociani, unico atleta italiano al via, è il migliore in acqua ed è il primo a saltare in sella fuori dalla prima transizione. Sembra possa partire una fuga a 8, ma al termine del primo dei quattro giri della seconda frazione, gli immediati inseguitori rientrano e davanti si forma un drappello di 22 elementi. Con il passare dei chilometri, il gruppo ti testa si fa sempre più numeroso (oltre 40 atleti ne fanno parte), aspetto che lascia presagire che la seconda transizione e la frazione di corsa saranno tanto decisive quanto tese. Rapidissima e precisa la T2 di Crociani che inizia a correre in piena zona medaglie: la battaglia per il podio si fa durissima con più di una dozzina di atleti in lotta per il successo. È lotta tra Australia e Portogallo per il titolo, con Crociani che cede qualche posizione negli ultimi 2 km di corsa. Ad esultare è Batista che trionfa davanti a Redmond e Baxter con Alessio che strappa una prestigiosa ottava posizione.

 

I PROTAGONISTI

Beatrice Mallozzi: “Questo di Losanna è stato il mio primo e ultimo Mondiale junior: ammetto che c'erano molte aspettative, soprattutto da parte mia: conosco l'impegno che ci ho messo e i sacrifici compiuti per arrivare qui per dare il meglio di me stessa. Volevo gestire ogni momento della gara, sono riuscita a farlo in ciclismo e corsa, ma tutto sommato anche il nuoto non è andato male: sono sempre stata lucida cercando di capire sempre l'evoluzione della gara e gestendo al meglio le energie. Nella corsa infatti ho avuto un dolorino al fianco, ma ho controllato prima di lanciarmi negli ultimi metri verso la vittoria. Sono davvero felice che io e Costanza siamo arrivate prima e seconda, ci alleniamo insieme, arriviamo da un raduno in cui abbiamo lavorato alla grande ed è stato bello arrivare davanti a tutte su questo palcoscenico così importante. Conquistato questo Mondiale, la festa che conclude il mio percorso junior, chiudo un ciclo e punto verso l'Alto Livello muovendo i primi passi tra le Under 23”.

Costanza Arpinelli: “Sono felicissima di questo risultato, non mi aspettavo la medaglia anche perché era la prima volta che partecipavo ad un Mondiale. Avevo qualche dubbio ma sapevo di star bene e di aver lavorato molto bene per esser qui. Ci ho creduto ed ho fatto del mio meglio ottenendo questo bellissimo secondo posto. Come spesso mi accade è stata una gara in rimonta, anche se rispetto al mio standard ho nuotato bene riuscendo a chiudere subito al primo giro di ciclismo il gap dalle prime. Sono onesta, mi aspettavo addirittura una gara più difficile, ma una volta entrata nel gruppo di testa tutto si è messo per il meglio. Sicuramente è molto bello stare nelle prime posizione in testa in un Mondiale ed onestamente ho anche fatto un pensierino alla vittoria finale, ma sono felicissima della medaglia d’argento e della vittoria di Beatrice”.

Alessio Crociani: “Sono arrivato molto motivato e determinato a questo appuntamento: volevo centrare una top ten e ci sono riuscito. Sono uscito davanti dall'acqua, ho spinto subito forte e anche in bici ho cercato, assieme ai fuggitivi, di impostare un ritmo alto per portare via la fuga. La gara però ha cambiato fisionomia, si è creato un gruppone e dunque la tattica doveva essere modificata: prima ho gestito le energie, poi, in prossimità della T2, ho cercato di risalire per compiere una buona transizione. Sono partito forte a piedi, mi sentivo bene, poi ho accusato un po' dopo l'allungo dei migliori, ma ho cercato il massimo fino alla fine. C'era tantissima gente forte al via, sicuramente la gara più qualificata di quest'anno, dunque aver centrato un obiettivo così arduo mi rende pienamente soddisfatto”.

 

I COMMENTI

Alessandro Bottoni, Direttore Tecnico Giovanile. “Il primo successo è stato raggiunto portando qui tre atleti qui: questo significava che avevamo tre atleti in grado di gareggiare al Mondiale ad alto livello. Poi la gara è sempre da interpretare, in questo caso è stata molto qualificata e sentita. Il bilancio della rassegna iridata di Losanna è decisamente positivo: i ragazzi hanno fatto ciò che dovevano, anzi, un po' di più. Certo, avevamo lavorato per arrivare in alto con le ragazze, ma un conto è programmare e lavorare per un obiettivo così grande, un conto è centrarlo al debutto al Mondiale. Felicissimi dunque per Beatrice Mallozzi e Costanza Arpinelli, ma molto contenti e soddisfatti anche per la gara di Alessio Crociani, capace di interpretare al meglio questa competizione, girando a suo favore una situazione non proprio favorevole per le sue caratteristiche e conquistando un ottimo ottavo posto. Il bilancio positivo si completa sottolineando che, dietro questi atleti, c'è un gruppo numeroso di ragazzi che gravitano ad un livello appena inferiore a tre che hanno gareggiato a Losanna, come testimonia il proficuo raduno che abbiamo svolto in preparazione dei Mondiali con 28 atleti: guardando al futuro, possiamo essere positivi. Nella prossima stagione per Beatrice e Costanza ci sarà il passaggio alla categoria Under 23, una sfida verso la costruzione della carriera di Alto Livello, mentre Alessio avrà ancora un anno da juniores in cui potrà consolidare le sue capacità. Infine, voglio condividere questi successi con gli allenatori dei nostri giovani: ringrazio il gruppo di Roma con cui si allenano le due ragazze, Mauro Tomasselli, Massimiliano Biribò e tutto lo staff tecnico, e Massimo Strada, allenatore di Crociani, ma il merito va condiviso con tutti i tecnici delle società di tutta Italia che stanno lavorando e investendo sui nostri giovani per creare la nostra nuova generazione”.

Luigi Bianchi, Presidente della Fitri. “Chiudiamo la giornata di apertura dedicata agli Junior con dei risultati importanti, soprattutto in ambito femminile con Beatrice Mallozzi e Costanza Arpinelli che sono diventate rispettivamente campionessa e vicecampionessa del mondo. Le due italiane hanno condotto una gara in piena lucidità, cogliendo un risultato con forte atlete al via. Direi che è il giusto coronamento di un lavoro iniziato ormai qualche anno fa: vincere non è una eventualità, ma una scelta e in questo caso la scelta è stata fatta nella giusta direzione. Sono altrettanto contento per la gara di Alessio Crociani che ha superato le migliori aspettative, sapevamo che era in forma, ma si è superato nella corsa difendendo un grande risultato che spero sia il viatico per il suo percorso di crescita verso l'alto livello: sono convinto che se continuerà a lavorare con questa dedizione e con questa serietà assieme ai suoi tecnici, abbia dei margini di miglioramento grandissimi. Con questi risultati, viene premiato il lavoro di Alessandro Bottoni, Direttore Tecnico Giovanile, in sinergia con l'Olympic Performance Director Joel Filliol che ha trasmesso la giusta mentalità ha tutta la rete di tecnici. Archiviamo dunque la giornata d'esordio con grande soddisfazione ed entusiasmo in vista della giornata degli élite prima di chiudere il programma di questo weekend Mondiale con il Paratriathlon”

 

I Mondiali di Losanna continuano domani sabato 31 agosto con le gare riservate agli Elite con 5 italiani in gara: Alice Betto (G.S. Fiamme Oro), Anna Maria Mazzetti (G.S. Fiamme Oro), Verena Steinhauser (G.S. Fiamme Oro), Alessandro Fabian (Trif Dream) e Davide Uccellari (G.S. Fiamme Azzurre). Domenica 1 settembre è il turno del Paratriathlon con Giovanni Achenza (G.S. Fiamme Azzurre) PTWC, Pier Alberto Buccoliero (Firenze Triathlon) PTWC, Rita Cuccuru (Woman Triathlon Italia) PTWC, Veronica Yoko Plebani (707) PTS2, Anna Barbaro (Woman Triathlon Italia) PTVI con Charlotte Bonin (G.S. Fiamme Azzurre) Guida, Federico Sicura (Zerotrenta Triathlon) PTVI con Daniel Hofer (Venus Fitness & Wellness) Guida.
Per il Team Italia Age Group sabato in programma le gare su distanza sprint e domenica quelle su distanza olimpica. 


PROGRAMMA GARE

Sabato 31 agosto
07:15 Age-Group – Triathlon Sprint
14:21 WTS Grand Final – ELITE Uomini
17:06 WTS Grand Final – ELITE Donne

Domenica 1 settembre
07:15 Age-Group – Triathlon Olimpico
14:00 PARATRIATHLON
18:00 Mixed Relay Under 23 / Junior

 

- seguono aggiornamenti -

 

RISULTATI

Notizie correlate:
Mondiali di Losanna: gli Azzurri e le dichiarazioni della vigilia
ITU News: Beatrice Mallozzi wraps up incredible year with Junior World title in Lausanne
ITU News: Portugal's Ricardo Batista takes World Junior title with powerful finale

BallabioFITRI LOSANNA J19 9335

BallabioFITRI LOSANNA J19 9369

BallabioFITRI LOSANNA J19 9494

BallabioFITRI LOSANNA J19 9728