Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Irondelta di Primavera a Martina Dogana e Mattia Ceccarelli

images/2015/foto_news/irondelta_a_martina_dogana.jpg

La terza edizione del triathlon 113 “Irondelta di Primavera” si è svolta domenica 26 aprile a Lido di Volano, con partenza e arrivo nell’accogliente Spiaggia Romea, e ha salutato le vittorie di Martina Dogana e Mattia Ceccarelli.

Il nuoto si è svolto nel Lago delle Nazioni (che rispetto al mare era completamente calmo e piuttosto caldo, con poco meno di 20°C) su un tracciato triangolare di circa 900 metri da ripetere due volte; in bici, un tratto di strada di 21 chilometri è stato completamente chiuso al traffico ed è stato percorso a bastone 4 volte, completamente pianeggiante e da spingere dal primo all’ultimo metro, con il vento che ha reso la sfida ancora più affascinante e dura; infine, la corsa a piedi, sempre multilap con 4 giri da portare a termine, presentava gran parte del tracciato immerso nella splendida pineta, al fresco e senza nessun pericolo.
Spiaggia Romea, la struttura ricettiva che ha ospitato l’evento, si è rivelata un luogo assolutamente ideale per fare triathlon, per l’accoglienza che ha riservato allo staff e a tutti i partecipanti, per la qualità del cibo offerto nella cena del sabato sera e del pasta party della domenica; e soprattutto per la possibilità di avere a pochi metri uno dall’altro gli alloggi degli atleti, la zona cambio, la partenza, l’arrivo e la zona pasta party e premiazioni, il tutto immerso in un bellissimo parco lungo le sponde del Lago delle Nazioni.
Paolo Temporin e il suo Ferrara Triathlon si sono prodigati per offrire un evento di qualità e ci sono riusciti: Irondelta di Primavera con i suo 270 partecipanti ha già raggiunto un livello di maturità tale da poter essere inserito nelle gare importanti dello Stivale e punta a diventare nelle prossime edizioni un appuntamento di apertura di stagione imperdibile e a numero chiuso.

Per quanto riguarda la cronaca della gara, tra le donne c’è stato il netto successo della campionessa italiana di specialità: uscita seconda dall’acqua dietro a Nicole Olivari, Martina Dogana, portacolori del Forhans Team, ha poi preso la testa della gara non mollandola più sino all’arco del traguardo e vincendo per la seconda volta Irondelta di Primavera (si impose anche nella prima edizione).
Dopo 17’15, è giunta al traguardo al secondo posto Francesca Tibaldi (Liger Team Keyline), un gradito ritorno alle gare subito festeggiato con una prestazione di rilievo; dopo 29’49”, a completare il podio ci ha pensato Barbara Davolio, delle Woman Triathlon Italia, che ha relegato al quarto posto la campionessa in carica Monica Ferrari (PPR Team), autrice tra l’altro di un’ottima prova.
Top ten completta da Roberta Fedeli, Cristina Paruzzi, Francesca Poli, Claudia Gugole, Simona Leone e Sara Fusetti.

Nella gara maschile, scappano via già dal nuoto Mattia Ceccarelli (DDS), all’esordio sulla distanza, e Alberto Alessandroni (Fiamme Oro) e in bici rimangono in testa alternandosi e rispettando il no draft.
Da dietro rinviene come di consueto fortissimo Massimo Cigana (Eroi del Piave) che recupera gran parte del gap accusato a nuoto e da T2 esce al terzo posto alla caccia del duo di testa.
Ma subito il “fattaccio”: Cigana parte per T2 e una decina di metri davanti a lui un responsabile dello staff in mountain bike e pettorina gialla parte proprio lungo il percorso run, attraversando la pineta, per andare in realtà a fornire assistenza ad altro personale dello staff.
Convinto che chi gli è davanti in mtb sia il suo apripista, il campione mestrino lo segue e allunga il percorso di circa 400 metri, perdendo di fatto 1’30”.
Una fatalità che purtroppo è costata cara a Cigana che nel prosieguo della garariesce a metà nella sua impresa: riprende e stacca Alessandroni, ma arriva a 16″ dal vincitore della gara, Ceccarelli che è stato peraltro autore di una prova davvero di spessore.
A fine gara c’è stato il chiarimento tra Cigana e Temporin con il vincitore dell’edizione 2014 che, anche se giustamente rammaricato per l’accaduto, da sportivo qual è ha accettato comunque il verdetto finale e si è complimentato con l’organizzatore per la qualità dell’evento; per onor di cronaca, non ci sono stati errori di percorso, fettucciato e con diversi presidi, da parte degli altri atleti in gara.
Quarta piazza per Stefano Luciani (Cusio Cup), in netto miglioramento nella frazione bike e sempre molto performante nel bike-run; quindi a seguire Davide Rossetti, Nicola Buffa, Matteo Baldacci, Andrea Riva, Roberto Marini e Cristiano Tara.

MATTIA CECCARELLI
«Vittoria all’esordio nel mezzo ironman in quel di Volano oggi. Che dire, sono contento, anche perché non c’erano proprio gli ultimi arrivati come avversari e anche perché lavorando 9 ore al giorno non è certo facile preparare queste distanze.»

(comunicato organizzazione)