Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Cigana e Menditto conquistano il Triathlon Olimpico Cross Country sul lago di Santa Croce

images/2019/gare/alpago/medium/fotobolgan_19-07-27_0105.jpg
Triathlon Cross

Il Triathlon Olimpico Cross Country va ai due favoriti della vigilia, Massimo Cigana e Marta Menditto. Sabato 27 luglio, sul lago di Santa Croce, in Alpago (BL), le vittorie sono quelle del mestrino in forza alla società trevigiana Pavanello - Eroi del Piave e della campionessa europea under 23 di triathlon cross, portacolori del team Sai Frecce Bianche. Salgono sul podio maschile Samuele Gobbo (A3) e Lorenzo Spagnolo (T41) e, su quello femminile, Matilde Bolzan (Frecce Bianche) e Francesca Ferlazzo (Spezia Triathlon). Nel pomeriggio spazio ai giovani e giovanissimi con l’Aquathlon Kids.
La cronaca della gara maschile vede Massimo Cigana uscire, come sempre, attardato dopo il chilometro di nuoto (ottava posizione per lui). Il mestrino, già ciclista professionista, appena salito in bicicletta, questa volta mountain bike, parte subito per la sua classica rimonta. Nei 21,3 km (due giri, tra l'oasi naturalistica del lago di Santa Croce, il sentiero che porta a Sitran fino a lambire Puos D'Alpago e la discesa fino a via Grotta) della frazione di ciclismo fa segnare il miglior tempo, come pure nei 6,3 km (tre giri) della frazione podistica. Non ce n’è per nessuno. Oggi il vincitore è lui, con il crono di 1h41’00’’. Dietro di lui Gobbo in 1h41’42’’ e Spagnolo in 1h42’23’’.
“Come sempre a nuoto ho preso tre minuti dal primo, in questo caso Barison che è andato davvero forte – commenta Cigana – in bicicletta ho cercato di gestire bene la frazione ed infatti sono riuscito a raggiungere quasi subito la testa della corsa. A tre quarti circa del secondo giro, ho ripreso Gobbo e poi sono andato avanti con il mio passo. Il mio segreto? Sicuramente le doti fisiche per le quali devo ringraziare i miei genitori, ma anche il fatto che faccio di tutto, cambio distanze e specialità, mi diverto come un matto e questo tiene sempre acceso il fuoco della passione per lo sport”.
Al femminile, la prima ad uscire delle acque del lago alpagota, dopo la frazione natatoria è Francesca Ferlazzo. Seguono, attardate, Marta Menditto e Matilde Bolzan. Anche in questo caso a fare la differenza è la frazione in mountain bike, con Bolzan e Menditto a fare inizialmente gara a due, tanto da chiudere in fretta il gap da Ferlazzo. Menditto allunga poi nella frazione di corsa a piedi e taglia per prima il traguardo in 1h54’52’’. Seconda Bolzan in 1h55’48’’, terza Ferlazzo in 2h12’46’’.
“Non ho iniziato al meglio la mia gara oggi, ho nuotato male, non mi sentivo bene – afferma Menditto – in bici ho aspettato Matilde e abbiamo fatto un pezzo insieme fino alla prima salita, quando mi sono avvantaggiata un po’. Poi lei mi ha ripreso e in zona cambio mi ha dato 10 secondi. Ma ho cercato di correre subito forte e ce l’ho fatta. Era la mia prima volta qui in Alpago, la gara è molto dura, mi è piaciuta e sicuramente tornerò il prossimo anno”.
Nel pomeriggio, dalle ore 14.00, invece i giovani (dai Minicuccioli agli Youth B) si sono sfidati in un aquathlon (corsa, nuoto, corsa) su distanze varie (dai 50 metri di corsa, 25 metri di nuoto, 50 metri di corsa dei più piccoli, ai 750 metri di corsa, 400 metri di nuoto e 750 metri di nuoto dei più grandi, gli under 18). Per la società organizzatrice, Silca Ultralite Vittorio Veneto, anche la gioia di tre vittorie con i ragazzi Pietro De PIzzol e Giulia Secchi e la Youth A, campionessa italiana di triathlon in carica, Sofia Tonon.
Soddisfatto l’assessore al turismo di Alpago, Federico Costa. “Quello del triathlon è sempre un evento stupendo – sottolinea Costa – tra l’altro permette di mettere in luce ben tre sport, che si possono praticamente proprio nel nostro territorio, il nuoto, la mountain bike, il ciclismo su strada e la corsa. Puntiamo a mantenere vivo questo tradizionale appuntamento annuale”.

 

CLASSIFICHE
Triathlon Olimpico Cross Country (1 km a nuoto, 21,3 km in mtb, 6,3 km a piedi)

Maschile. 1. Massimo Cigana (Pavanello - Eroi del Piave) 1h41’00’’, 2. Samuele Gobbo (A3) 1h41’42’’, 3. Lorenzo Spagnolo (T41 Triathlon Marostica) 1h42’23’’, 4. Gianfranco Cucco (Sai Frecce Bianche) 1h46’54’’, 5. Daniele Michielet (Joy Club) 1h48’16’’, 6. Mattia Rizzo (Polisportiva S. Vito) 1h48’45’’, 7. Stefano Davite (Sai Frecce Bianche) 1h48’53’’, 8. Giulio Tamaro (Tri Schio) 1h50’07’’, 9. Matteo Cimiotti (Run Ran Run Triathlon) 1h50’12’’, 10. Marco Barison (Liger Team) 1h50’51’’. Femminile. 1. Marta Menditto (Sai Frecce Bianche) 1h54’52’’, 2. Matilde Bolzan (Sai Frecce Bianche) 1h55’48’’, 3. Francesca Ferlazzo (Spezia Triathlon) 2h12’46’’, 4. Dorotea Viola Gilioli (Velo Sport Carpi) 2h24’05’’, 5. Laura Schiavon (Rhodigium Triathlon) 2h36’’13’’, 6. Emanuela Zaetta (Sportivamente Belluno) 2h36’52’’, 7. Amelia Cipriani (Asi Triathlon Noale) 2h49’15’’, 8. Anna Cabianca (Cus Verona) 2h57’13’’, 9. Sara Roncato (Asi Triathlon Noale) 3h06’36’’, 10. Annalisa Bacco (Triathlon Bergamo) 3h19’39’’. 
 

Aquathlon Kids
Vincitori

Maschili. Minicuccioli. Stefano Zanardo (Pol. Terraglio) 2’08’’. Cuccioli. Diego Michelotto (Run Ran Run Triathlon) 3’31’’. Esordienti. Aaron Franceschini (Leosport) 4’52’’. Ragazzi. Pietro De Pizzol (Silca Ultralite Vittorio Veneto) 8’14’’. Youth A. Leonardo Volpato (Leosport) 15’17’’. Youth B. Jacopo Bovo (Triathlon & Training) 15’04’’.
Femminili. Minicuccioli. Gloria Flora Bergo (Pavanello) 2’27’’. Cuccioli. Maria Cristina Silvagni (Triathlon 7C) 3’20’’. Esordienti. Elisa Camuffo (Pavanello) 5’21’’. Ragazzi. Giulia Secchi (Silca Ultralite Vittorio Veneto) 8’59’’. Youth A. Sofia Tonon (Silca Ultralite Vittorio Veneto) 16’16’’. Youth B. Giada Stegani (Leosport) 15’31’’.

 

(fonte: comunicato stampa Silca Ultralite, foto Bolgan)