Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

A Losanna trionfa Blummenfelt, Luis è Campione del Mondo. Fabian 23°

Vincent Luis è il campione del mondo di triathlon 2019. Il francese, quinto alla Grand Final di Losanna, centra il suo primo successo iridato in carriera e riceve lo scettro dal suo compagno di allenamenti Mola. 

La spettacolare quanto impegnata ottava prova della World Triathlon Series incorona il norvegese Kristian Blummenfelt, trionfante sull’arrivo al termine di una gara condotta tutta all’attacco; secondo gradino del podio per lo spagnolo Mario Mola, campione mondiale uscente e argento iridato 2019, terzo posto per il suo connazionale Fernando Alarza. Javier Gomez (Esp), sesto al traguardo, conquista il bronzo mondiale.

Sfiora la top-20 Alessandro Fabian (Tri Dream): l’azzurro chiude al 23° posto dopo aver disputato le prime due frazioni nel gruppo di testa ed aver difeso un piazzamento tra i primi 20 per tre quarti della frazione di corsa mentre Davide Uccellari (G.S. Fiamme Oro), che si è inserito nel secondo troncone di gara dopo il nuoto, si classifica 33°.

 

LA CRONACA

Con la città scesa in strada per assistere alla Grand Final, parte l’ultima tappa della World Triathlon Series che assegna il titolo iridato 2019. Grande tensione al via, ma i migliori nuotatori non si fanno intimorire: sono Schoeman, Polyanskiy e Varga i più veloci in acqua con i nostri Fabian e Uccellari rispettivamente al 25° e al 52° posto. Nel primo dei sette giri della frazione ciclistica, si formano tre gruppi: il primo di 13 elementi con Luis, Brownlee, Van Riel, Blummenfelt e Gomez, il secondo a 12 secondi con Fabian, Mislawchuk, Mola e Alarza, il terzo a un minuto con Uccellari e Yee. Nel secondo giro, avviene il ricongiungimento tra i primi due gruppi anche se il ritmo altissimo ha mietuto le prime vittime: bene Fabian che aggancia i migliori mentre il distacco di Uccellari dalla testa della corsa rimane invariato. Nel corso del quarto giro, rimangono in testa i soliti 23 mentre nelle retrovie, i due drappelli degli inseguitori si uniscono pur mantenendo un distacco di un minuto abbondante: la gara ora sembra nettamente spaccata in due tronconi. Nel quinto giro, prima Fisher, poi Salvisberg e i Norge Blummenfelt e Stornes provano l’azione in salita, ma alle loro spalle c’è molta organizzazione e l’azione viene annullata dopo un paio di chilometri. Il ritmo dei battistrada continua ad essere sostenuto tanto che gli inseguitori vedono aumentare il distacco fino a quasi due minuti, ma apparentemente la situazione sembra cristallizzata. Parte la corsa: è qui si decide il podio mondiale. Il beniamino di casa Briffod e Alarza sono i primi ad iniziare la terza frazione, ma dopo poche centinaia di metri arrivano Blummenfelt e Mola a dettare il passo. Il norvegese guadagna qualche metro sul gruppetto degli inseguitori con Mola, Alarza, Gomez, Stornes, Iden e Luis mentre Fabian lotta per un posto tra i primi 15. La fuga viene annullata e il campione del mondo in carica prova a gestire il passo con Luis, leader della classifica iridata provvisoria, in pieno controllo. Il ritmo dello spagnolo sembra mettere in crisi Stornes e Gomez, ma quest’ultimo riesce a rientrare nella scia dei migliori. Il norvegese vola verso il trionfo, Mola d’argento festeggia malgrado non sia più suo lo scettro iridato mentre il terzo gradino del podio va ad Alarza con Luis che crolla nel finale ma centra comunque il suo primo titolo mondiale. Alessandro Fabian, sfinito, cede diverse posizioni nell’ultimo giro e chiude al 23° posto mentre Davide Uccellari taglia il traguardo in 33^ posizione. 

 

I PROTAGONISTI

Alessandro Fabian: “Penso che sia stata una delle gare più dure della mia carriera. Ero nella prima parte del gruppo a nuoto, ma non è bastato: sono uscito dalla T1 un po’ arretrato e ho dovuto spingere a fondo per rientrare sulla testa, ho fatto un bel fuorigiri in quella fase. Pur cercando di gestire, è stata una frazione durissima per me: il circuito non dava respiro e il ritmo era piuttosto alto, i norvegesi in particolare hanno spinto tantissimo. A piedi ho corso bene per due giri, ma dopo la metà della corsa ho iniziato a calare, negli ultimi due chilometri, invece, sono davvero saltato. Peccato perché la top-20 era alla mia portata, ma questa è stata la gara. Non è un risultato superlativo, ma ho dato tutto me stesso, anche oltre i limiti. È stata una difficile dura, ma nelle ultime gare sono riuscito a ridurre il gap dai primi: non basta però, c’è ancora tanto lavoro da fare in vista del prossimo anno”.

 

 

RISULTATI Uomini 


CLASSIFICA Mondiale - 
World Triathlon Series 2019

1. Vincent Luis (Fra)
2. Mario Mola (Esp)
3. Javier Gomez Noya (Esp)

classifica completa

 

Notizie correlate:
Italia super alla Grand Final di Losanna: Mazzetti 7^, Betto 8^, Steinhauser 11^. Zaferes trionfa
Mondiali di Losanna: gli Azzurri e le dichiarazioni della vigilia

Mallozzi-Arpinelli: clamorosa doppietta italiana ai Mondiali junior di Losanna

 

EDTjGtRU8AAN8O5

EDTfCZ U0AEfm77

Credit ITU TriathlonLIVE 

 

BallabioFITRI LOSANNA ELITE19 0108

BallabioFITRI LOSANNA ELITE19 0582

 fabian losanna 19 corsa

uccio losanna bike